Cronaca
Commenta

Nomine tribunale, Roma chiede
il processo per Bersani e Preioni

I pm della procura di Roma Giulia Guccione ed Elena Neri hanno chiesto il rinvio a giudizio di due ex presidenti di sezione dei tribunali di Cremona e Lodi, Giuseppe Bersani e Tito Preioni, con l’accusa di corruzione ad opera dell’avvocato fallimentarista Virgilio Sallorenzo, dal quale, nel febbraio del 2018, avrebbero ricevuto “l’utilità dell’organizzazione e realizzazione a Roma di un incontro con l’avvocato laico del Csm Paola Balducci, non indagata, quando Preioni aveva in corso la domanda per la nomina a presidente del tribunale di Cremona”. Della richiesta di rinvio a giudizio ne ha dato notizia il “Corriere della Sera”.

Il giudice Bersani

All’epoca dei fatti, il giudice Giuseppe Bersani, già magistrato a Piacenza che a Sallorenzo avrebbe affidato numerosi e ben remunerati incarichi professionali, era presidente di sezione penale del tribunale di Cremona, mentre Preioni, in passato giudice a Cremona, ex presidente della sezione civile del tribunale di Lodi. Sullo sfondo, le manovre per ottenere la poltrona di presidente del tribunale, poi conquistata da Anna di Martino.

Il giudice Preioni

Durante una trasferta a Roma, Preioni, Bersani e Sallorenzo (che avrebbe pagato tutte le spese del viaggio) si erano incontrati con un amico di quest’ultimo: l’avvocato Antonio Villani, ex socio di studio di Paola Balducci, politica dei Verdi, in quel momento anche lei membro ‘laico’ del Csm. E la Balducci era stata portata a cena con l’obiettivo di convincerla a portare anche il suo voto su Preioni. La missione, però, non era andata a buon fine.

“Avevo proposto a Preioni di incontrare Balducci”, ha spiegato Bersani, “in modo che lei potesse associare la persona al curriculum. Ne parlai casualmente con Sallorenzo, e lui subito si offrì di organizzare tutto. Non ho mai istigato, e mi rendo conto di aver fatto una cosa poco simpatica, nel cercare di favorire Preioni, ma solo perchè lo ritenevo il candidato migliore”.

Per altri cinque capi di accusa, Bersani è già stato archiviato ad Ancona, dove però ha anche patteggiato 8 mesi, pena sospesa, per abuso d’ufficio per non essersi astenuto, quando era giudice a Piacenza, negli incarichi piacentini a Sallorenzo.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti