Nazionali
I commenti sono chiusiCommenta

Missili caduti in Polonia, Russia: “Non sono nostri”. Ultime news, la diretta

(Adnkronos) – Due missili avrebbero raggiunto la Polonia, colpendo la località di Przewodów, vicino il confine con l’Ucraina, durante l’attacco missilistico lanciato oggi dalla Russia contro l’Ucraina. Lo riporta il sito di Radio Zet che cita fonti non ufficiali che parlano di due persone rimaste uccise dai missili che avrebbero colpito un deposito per i cereali. Mariusz Gierszewski, il giornalista della radio polacca che per primo ha dato la notizia, ora su Twitter precisa che a colpire la fattoria polacca vicino al confine ucraino sarebbero stati i rottami da un missile russo colpito dalla contraerea ucraina. “Le mie fonti nei servizi di emergenza dicono che quello che ha colpito Przewodów sono stati molto probabilmente i resti di un missile abbattuto dalle forze armate ucraine”, scrive in un tweet. 

ORE 21.35 – “Gli attacchi sul territorio della Polonia non sono un incidente, ma un ‘hello’ deliberatamente pianificato dalla Russia, camuffato da ‘errore’. Ciò accade quando il male rimane impunito e quando i politici si impegnano nella ‘pacificazione’ dell’aggressore. Il regime ru-terrorista deve essere fermato. Condoglianze ai morti”. Ad affermarlo in un tweet è Mykhailo Podolyak, il consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky. 

ORE 21.30 – “Il terrorismo non si limita ai nostri confini nazionali, i missili russi hanno colpito la Polonia, sparare missili contro un territorio Nato”. Così Volodymyr Zelensky ha definito le notizie – che finora non trovano conferme ufficiali né a Varsavia, né da Washington – dei missili russi che sarebbero caduti in territorio polacco, “un’escalation molto significativa”. “Dobbiamo agire”, ha aggiunto il presidente ucraino affermando che si tratta di “un attacco missilistico russo contro la sicurezza collettiva”. 

ORE 21.18 – “Le fotografie del rottame di missile pubblicate dai media polacchi non hanno a che vedere con le armi russe”. Così il ministero della Difesa russo nega che siano russi i missili caduti nella località polacca vicino al confine con l’Ucraina. “Le dichiarazioni dei media e dei funzionari polacchi sulla presunta caduta di missili” russi “nell’area dell’insediamento di Przewodów sono una deliberata provocazione al fine di aggravare la situazione. Non sono stati effettuati attacchi contro obiettivi vicino al confine polacco-ucraino con mezzi di distruzione russi”, ha affermato ancora il ministero russo, secondo quanto riporta la Tass.  

ORE 21.12 – “Abbiamo visto le notizie che arrivano dalla Polonia e stiamo lavorando con il governo polacco per raccogliere altre informazioni, non possiamo confermare al momento le notizie né nessun dettaglio”. E’ quanto scrive su Twitter la portavoce del Consiglio di Sicurezza Nazionale Usa, Adrienne Watson, che poi aggiunge: “Noi determineremo quello che è successo e quali saranno i passi appropriati da prendere”.  

ORE 21.09 – Il capo del Pentagono, Lloyd Austin, parlerà più tardi con il ministro della Difesa polacco, Mariusz Blaszczak, secondo quanto riporta la Cnn, a seguito delle notizie riguardo alla possibilità che un missile russo sia caduto sul territorio della Polonia, che è un Paese della Nato e che quindi, in caso di un attacco confermato, potrebbe appellarsi all’articolo 5 del trattato della Nato che vincola alla difesa comune.  

ORE 21.02 – Il Regno Unito sta “indagando le notizie” su missili russi che sarebbero caduti in Polonia, “in stretto contatto con gli alleati”. E’ quanto ha dichiarato alla Cnn un portavoce del Foreign office britannico. 

ORE 20.59 – “Le dichiarazioni dei media e dei funzionari polacchi sulla caduta di missili ‘russi’ nell’area di Przewodów sono una deliberata provocazione”. E’ questo il commento del ministero della Difesa russo, secondo quanto riporta la Tass. 

ORE 20.55 – Mariusz Gierszewski, il giornalista della radio polacca Zet Radio che per primo ha scritto che missili russi avevano colpito il territorio ucraino, ora su Twitter precisa che a colpire la fattoria polacca vicino al confine ucraino sarebbero stati i rottami da un missile russo colpito dalla contraerea ucraina. “Le mie fonti nei servizi di emergenza dicono che quello che ha colpito Przewodów sono stati molto probabilmente i resti di un missile abbattuto dalle forze armate ucraine”, scrive in un tweet. 

ORE 20.49 – Non possiamo confermare le notizie, dobbiamo capire la verità sul terreno: i funzionari Usa stanno lavorando con tutte le forze per cercare di capire quello che è successo”. Così un alto funzionario della Casa Bianca sottolinea che ancora non ci sono conferme riguardo alle notizie dei missili russi che sarebbero caduti in Polonia, secondo quanto riferisce su Twitter una giornalista della Nbc news, sottolineando che al momento ancora “non sappiamo”.  

ORE 20.39 – La riunione del comitato di sicurezza nazionale polacco di questa sera è stata convocata a causa di “una situazione di emergenza”. E’ quanto ha dichiarato un portavoce del governo polacco, riporta la Cnn, sottolineando che ulteriori dettagli saranno forniti dopo l’incontro. Fonti polacche hanno riferito alla Cnn che nulla è ancora confermato e che l’inchiesta sull’incidente sta continuando. Non c’è una ancora una conferma ufficiale da parte del governo polacco. 

ORE 20.34 – Subito dopo la diffusione delle notizie dei missili russi che sarebbero caduti in territorio polacco, sono arrivate le dichiarazioni di solidarietà e preoccupazione da parte di Lettonia ed Estonia. “Le mie condoglianze ai nostri fratelli polacchi, il regime criminale russo ha sparato missili non solo contro i civili ucraini ma ha anche colpito il territorio della Nato in Polonia”, ha scritto su Twitter il ministro della difesa lettone Artis Pabriks. Il ministero degli Esteri estone ha pubblicato un tweet in cui afferma che “le ultime notizie che arrivano dalla Polonia sono molto preoccupanti, ci stiamo consultando in modo stretto con la Polonia e gli altri alleati. L’Estonia è pronta a difendere ogni centimetro di territorio Nato, siamo pienamente solidali con i nostri stretti alleati polacchi”.  

ORE 20.25 – Il portavoce del Pentagono, il generale Pat Ryder, ha detto che gli Stati Uniti “sono al corrente delle notizie di stampa secondo le quali due missili russi hanno colpito una località polacca vicino al confine ucraino” e stanno verificando le notizie, senza che al momento abbiano informazioni che le confermino.  

ORE 20.24 – Anche l’Ungheria convoca il suo consiglio di Difesa, dopo che la Polonia oggi sarebbe stata raggiunta da due missili lanciati dai russi contro l’Ucraina. “In risposta allo stop dei trasferimenti di petrolio attraverso l’oleodotto di Druzhba e il missile che ha colpito il territorio della Polonia, il premier Viktor Orban ha convocato il consiglio di Difesa per le 20”, ha scritto su Twitter il portavoce del governo Zoltan Kovacs.  

ORE 20.04 – Il premier polacco Mateusz Morawiecki ha convocato d’urgenza una riunione del comitato per la sicurezza e la difesa nazionale. Lo ha annunciato su Twitter il portavoce del governo polacco Piot Müller senza fornire la ragione della convocazione d’urgenza che i media locali collegano alle notizie secondo le quali due dei missili lanciati nell’attacco a tappeto dei russi contro l’Ucraina hanno colpito una località polacca vicino al confine. La notizia, riporta il sito del Guardian, è stata confermata dall’intelligence Usa, secondo la quale i missili hanno raggiunto il Paese Nato, uccidendo due persone.  

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.