Nazionali
I commenti sono chiusiCommenta

Maltempo Italia, crollo temperature e rischio neve in pianura: previsioni meteo

(Adnkronos) – Arriva un tracollo delle temperature. “Dopo la lunga parentesi siccitosa e anomala ecco che il mese di dicembre sembra voglia riscattare quanto patito nei mesi scorsi: da diversi giorni ormai lo scenario meteorologico sul nostro Paese è votato a una spiccata instabilità, con frequenti occasioni per piogge, temporali e anche nevicate” sottolineano gli esperti del sito www.iLMeteo.it. La settimana appena iniziata non farà eccezione e già dalla giornata odierna il maltempo tornerà ancora una volta ad imperversare sull’Italia. 

Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it comunica che una vasta area di bassa pressione, centrata sull’Europa orientale, è riuscita a richiamare una poderosa irruzione di aria gelida di estrazione artica che, a più riprese, punterà il cuore del Vecchio Continente. Si tratta di una vera e propria “sciabolata di aria gelida”, un afflusso di gelide correnti settentrionali che minacceranno l’Italia. 

Entro martedì è atteso un iniziale tracollo delle temperature, con diffuse e forti gelate notturne al Nord e sulle regioni centrali: su molti tratti della Valle Padana, specie su quella occidentale, la colonnina di mercurio potrà scendere anche su valori prossimi ai -6/-8°C. 

Il freddo comunque si farà sentire anche di giorno in quanto le temperature massime oscilleranno intorno ai +2/4°C al Nord e tra i +7/8°C su molti tratti del Centro. Solo al Sud e sulle due isole maggiori il calo termico risulterà più contenuto; su questi ultimi settori lunedì insisterà una certa instabilità, con precipitazioni a carattere sparso. 

Poi, da martedì 13 in avanti, il flusso freddo interagirà con le correnti umide e perturbate provenienti dall’Atlantico, dando luogo ad un mix potenzialmente esplosivo: torneranno le piogge ovunque, ma anche la neve a quote molto basse sul comparto settentrionale, localmente fino in pianura tra Lombardia ed Emilia e a quote medio/basse sull’Appennino centrale. Mercoledì invece giungerà un secondo impulso perturbato che colpirà principalmente il Centro-Sud con nubifragi tra Lazio e Campania. 

Successivamente, da giovedì, potrebbe arrivare la terza perturbazione: un ciclone ricolmo di aria instabile investirà in pieno l’Italia portando tante piogge anche sotto forma di nubifragio, specie dalla sera. 

Infine nel weekend tornerà a sorpresa l’alta pressione per cui dopo un sabato ancora un po’ incerto da domenica tornerà il bel tempo su tutte le regioni. 

NEL DETTAGLIO 

Lunedì 12. Al nord: bel tempo, ma freddo. Al centro: tempo stabile. Al sud: piogge su Sicilia e Calabria, meglio altrove. 

Martedì 13. Al nord: fiocchi di neve su Piemonte, pavese ed Emilia occidentale. Al centro: piogge diffuse. Al sud: maltempo in Campania, piogge altrove. 

Mercoledì 14. Al nord: tante nubi, ma asciutto. Al centro: maltempo. Al sud: piogge forti in Campania. 

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.