Nazionali
I commenti sono chiusiCommenta

Meteo in Italia, cosa succede dopo Capodanno 2023? Le previsioni fino alla Befana

(Adnkronos) – Dopo Capodanno, dai primi di gennaio 2023 in arrivo tante novità sul fronte meteo in Italia. La prossima settimana partirà intanto con un clima piuttosto insolito su tante delle nostre regioni, spiegano gli esperti del sito www.iLMeteo.it. Di seguito le previsioni fino alla Befana.  

Lunedì 2 gennaio, sul bacino del Mediterraneo continuerà a dominare un vasto campo di alta pressione. Tuttavia, i massimi di pressione tenderanno a spostarsi verso oriente, lasciando maggiormente scoperti i settori nord-occidentali del nostro Paese. Proprio a causa di un moderato cedimento dell’alta pressione e di un ulteriore incremento dell’umidità nell’aria, ci aspettiamo tra lunedì 2 e martedì 3 un aumento della copertura nuvolosa, specie su Piemonte, Liguria e Lombardia, con il rischio pure di qualche isolato piovasco. 

Viste le temperature, ancora piuttosto elevate per il periodo, la neve cadrà sull’arco alpino solamente oltre i 1800 metri di quota; una vera anomalia per inizio gennaio, rilevano i meteorologi. Resteranno in un contesto più soleggiato le regioni centrali adriatiche e un po’ tutto il Sud, con valori termici intorno ai 15°C durante le ore più calde. A parte qualche pioggia su Marche e Abruzzo, da mercoledì 4 la pressione tenderà ad aumentare su tutta l’Italia, di conseguenza avremo una rinnovata stabilità atmosferica ovunque.  

Queste condizioni meteo ci accompagneranno quanto meno fino all’Epifania, dopo di che aumentano le incertezze, vista anche la distanza temporale. Tuttavia, potremmo assistere a una sorta di passaggio di consegne tra un anticiclone ormai stanco e in viaggio verso l’Europa orientale e un nucleo perturbato in discesa dal Nord Atlantico che potrebbe segnare una svolta con il ritorno delle precipitazioni e con temperature più consone al periodo. Ma di questo, spiegano gli esperti del sito www.iLMeteo.it, ci occuperemo più nel dettaglio nei prossimi giorni. 

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.