Nazionali
I commenti sono chiusiCommenta

Coppa Italia, Inter vince 2-1 sul Parma in rimonta ai supplementari

(Adnkronos) – Sono serviti i tempi supplementari all’Inter di Simone Inzaghi con un gol di Acerbi al 110′, per avere la meglio in rimonta 2-1 (dopo le reti di Juric e Lautaro) sul Parma agli ottavi di finale di Coppa Italia. I nerazzurri attendono ora ai quarti di finale la vincente di Atalanta-Spezia. Il Parma ha giocato al meglio ed ha meritatamente chiuso in vantaggio il primo tempo, concedendo all’Inter una sola occasione, con Gagliardini che ha concluso sul fondo dal limite dell’area al 23′. Al 38′ la squadra di Pecchia ha trovato il vantaggio grazie a Juric, con un tiro da fuori area, finito sotto l’incrocio dei pali della porta di Onana. Poi nel finale della prima frazione i ducali hanno anche sfiorato il raddoppio con Benedyczak, ma la conclusione al volo è respinta dal portiere nerazzurro. 

L’Inter anche nella ripresa fatica a rendersi pericolosa dalle parti di Buffon. Poi Inzaghi che era partito con Correa e Lautaro in avanti, inserisce anche Dzeko, subito cercato dai compagni. Al 77′ Bellanova crossa in mezzo, Lautaro Martinez devia e il difensore del Parma Balogh si ritrova il pallone in testa, colpendo involontariamente e mandando il pallone sul fondo di poco rischiando l’autogol. Il pari arriva all’88’: sulla respinta corta di Balogh arriva Lautaro, che trova il pareggio sfruttando anche la deviazione di testa di Osorio. In pieno recupero i nerazzurri rischiano anche di vincerla, ma Buffon nega a Dzeko il gol del 2-1 con una grande parata. 

Dopo un primo tempo supplementare con un’occasione per parte, l’Inter passa al 110′: Asllani cambia gioco per Dimarco che controlla e crossa forte in area. Buffon respinge e il pallone che finisce sulla testa dell’ex Lazio, Acerbi che colpisce di prima intenzione dalla distanza supera Buffon con una sorta di pallonetto. Il gol del 2-1 stende il Parma che non ha la forza di reagire e ai quarti ci va l’Inter.  

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.