Nazionali
I commenti sono chiusiCommenta

Apple, Tim Cook si taglia stipendio del 40%

(Adnkronos) –
Il Ceo di Apple, Tim Cook, ha volontariamente accettato una riduzione dello stipendio del 40% nel 2023, una mossa insolita che arriva “in risposta al feedback degli azionisti”. Con questa decisione il compenso di Cook si dovrebbe attestare quest’anno a 49 milioni di dollari, in calo rispetto agli 84 milioni di dollari del 2022. Ma la sua retribuzione probabilmente supererà tale obiettivo dopo i bonus e i premi azionari. Apple ha rifiutato di commentare ulteriormente la decisione al ‘Washington Post’.  

È insolito che i dirigenti riducano la loro retribuzione ma, scrive il quotidiano Usa, la retribuzione dei Ceo è diventata sempre più impopolare nella popolazione. La retribuzione dei dirigenti è aumentata del 1.460% dal 1978, secondo l’analisi dell’Economic Policy Institute. Gli amministratori delegati sono stati pagati 399 volte di più di un lavoratore classico nel 2021, un massimo storico. 

All’assemblea annuale degli azionisti della società nel 2022, il 64% ha votato per approvare il pacchetto retributivo di Cook, rispetto al 94% dell’anno precedente. La società di consulenza Institutional Shareholder Services ha raccomandato agli azionisti di opporsi al pacchetto “a causa delle preoccupazioni sulla progettazione del premio azionario e sull’entità della retribuzione”, secondo il suo rapporto di ricerca per delega. Da quando Cook ha sostituito il fondatore di Apple Steve Jobs nel 2011, la capitalizzazione di mercato del colosso tecnologico è esplosa di 2 trilioni di dollari, superando di gran lunga i guadagni dell’S&P 500 nello stesso periodo. La società ha affermato che il suo pacchetto retributivo per il 2023 è intorno all’80° o 90° percentile “rispetto al nostro principale gruppo di pari”. La maggior parte della paga di Cook è legata all’andamento delle azioni di Apple. Lo stipendio base di Cook è invariato a 3 milioni di dollari, così come il suo bonus di 6 mln di dollari. Lo scorso gennaio, Apple è diventata la prima società quotata in borsa a raggiungere una capitalizzazione di mercato di 3 trilioni di dollari. Ma il difficile contesto economico ha spazzato via quasi 1 miliardo di dollari.  

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.