Ultim'ora
3 Commenti

Gente Nuova si schiera con il sindaco«Rimarchiamo la fiducia nella persona di Oreste Perri»

Anche la lista civica Gente Nuova ha deciso di schierarsi al fianco del sindaco Perri. Paolo Trentarossi, rappresentante della lista civica, già consigliere in Aem, ha espresso totale fiducia nell’operato del primo cittadino.

«La lista civica “Gente Nuova” intende portare all’attenzione della cittadinanza anche il proprio punto di vista, non tanto soffermandosi sulle stucchevoli e controverse questioni di nomina del Cda di AEM, quanto piuttosto rimarcando la fiducia nella persona del Sindaco Oreste Perri e avviando contestualmente una riflessione sulle dinamiche politiche che ogni giorno vengono percepite dai cittadini e per le quali la pazienza e la disponibilità di comprensione sono ormai arrivate al limite.
Non è nostra intenzione demonizzare i partiti politici, ma piuttosto rilanciare quel percorso e quella proposta seguendo i quali, un giorno, un candidato sindaco avrà il coraggio di essere appoggiato solo da liste civiche. Dalla società civile prestata alla politica. “Gente Nuova”, fin dagli esordi, ha inteso smarcarsi dal consueto modus operandi della politica tradizionalmente intesa, una politica che, nella realtà come nel percepito, risulta spesso schiava di dinamiche molto distanti dalle esigenze dei cittadini e per questo sempre meno considerata nel proprio aspetto “nobile”, depauperata di quei valori che dovrebbero invece essere forieri di ispirazione e propulsori di iniziative concrete anche e soprattutto da parte dei cittadini.
Un lista civica come la nostra nasce “dal basso”, dai cittadini comuni, con i quali intende operare. Per questo, tra le sue proposte trovano particolare vigore quelle volte a creare un filo diretto con la cittadinanza, abbattendo i muri che spesso determinato due compartimenti stagni: da un lato quello degli amministratori, dall’altro quello dei cittadini, sui quali le decisioni spesso vengono calate. “Gente Nuova” non è interessata ai refrain demagogici e fumosi – “tavoli di concertazione”, “sedersi attorno a un tavolo” – che si traducono spesso in contenitori vuoti, ma mira a un rapporto schietto con chi la città la vive quotidianamente e si impegna, per quanto possibile, a confrontarsi in modo diretto con le esigenze quotidiane dei cittadini.
La proposta di una città amministrata dai cittadini ha un indiscutibile punto di forza: l’assenza di “politici di professione”, di persone che vogliono a tutti i costi lo scranno in qualsivoglia sede politica, pensando di trovare in questo modo un “posto al sole”, una retribuzione, una via per garantire a sé stessi, parenti e amici dei privilegi per il presente e per il futuro. Finché la politica sarà permeata da logiche fondate sulla ricerca del potere personale, da conquistare e consolidare “pro domo mea”, non vi sarà spazio alcuno per un reale rinnovamento.
Al Sindaco Oreste Perri riconosciamo la dedizione per il bene della nostra città e, pur non comprendendone talvolta tutte le decisioni, gli assicuriamo il nostro impegno inteso come pungolo per fare sempre meglio, un contributo di idee e di proposte concrete, in vista di una città che sia sempre più vicina a quella che la gente immagina, chiede e, talvolta, legittimamente pretende»

© Riproduzione riservata
Commenti