Commenta

Uva anti stress, pesche per per la dieta epomodori anti-invecchiamento dal cremonese la cura contro il caldo

coldiretti2

I chicchi di uva possono aiutare a combattere lo stress provocato dal ritorno nelle città rese bollenti dal caldo dopo lunghe vacanze estive, con la ripresa quotidiana del lavoro che comporta anche un cambiamento drastico dei ritmi di vita. Secondo quanto affermano vari studi scientifici, come la ricerca dell’Istituto di patologia vegetale dell’Università di Milano pubblicata sul Journal of the Science of Food and Agricolture, riferisce la Coldiretti, la melatonina scoperta nelle uve rosse potrebbe aiutare a regolare i ritmi circadiani negli esseri umani, proprio come fa l’ormone prodotto naturalmente dalla ghiandola pineale situata nel cervello. La melatonina regola il ritmo sonno-veglia ed in pratica indica al nostro organismo quando è il momento di andare a dormire, ma ha anche un’interessante attività antiossidante. La scoperta delle proprietà tranquillizzanti dell’uva è in realtà – sottolinea la Coldiretti – solo una delle prove che avvalora risultati noti nella tradizione popolare sulle proprietà tranquillizzanti della frutta che secondo le analisi scientifiche contiene sostanze che hanno la stessa azione del diazepam, il principio attivo presente in noti farmaci, che si trova soprattutto nelle mele.

In generale, il consumo di alimenti con zuccheri semplici come la frutta dolce aumenta la produzione da parte dell’organismo di serotonina, il neuromediatore del benessere che stimola il rilassamento, dalle pesche alle mele, dall’uva al melone, dalle pere alle zucchine, ma anche pomodoro, peperoni e insalate sono – sottolinea la Coldiretti – ricchi di proprietà “curative” che possono agevolare il ritorno ai ritmi di vita quotidiani. La frutta e verdura di stagione oltre a combattere il caldo è dunque una farmacia naturale che esprime il massimo delle potenzialità in questi giorni quando è più varia l’offerta, più conveniente l’acquisto e soprattutto è possibile scegliere produzione Made in Italy locale guardando con attenzione l’etichetta.

Particolarmente apprezzate sono – sostiene la Coldiretti – le proprietà terapeutiche dell’uva dove è presente la vitamina B 6 necessaria per individui contratti, nervosi, insonni, e per tutti coloro che hanno bisogno di rilassarsi, e le vitamine A e C essenziali per assicurare il buono stato dei vasi sanguigni e per svolgere un’azione antiossidante. Ma molti altri sono gli effetti dietetici della frutta e verdura, per compensare gli “sgarri” commessi sotto l’ombrellone dai tanti italiani che non sono riusciti a seguire un preciso regime alimentare durante le vacanze e si trovano così ora con qualche taglia in più e il fegato affaticato anche per il consumo di alcolici. Le pesche – precisa la Coldiretti – sono ricche di betacarotene ed hanno un rilevante effetto depurativo che incrementa la funzionalità di reni e intestino. Anche in questo caso la dieta è assicurata: una pesca grande pari a circa 2 etti, fornisce circa 60 calorie. Le mele, per il loro modesto apporto calorico e per la prevalenza del potassio sul sodio, sono capaci di regolare la colesterolemia, mentre le pere contengono zuccheri semplici (quasi tutto fruttosio), fibra, molta acqua e poche calorie e sono quindi adatte per gli intestini pigri e per chi vuole mettersi a dieta, grazie anche al loro buon potere saziante. I peperoni – riferisce la Coldiretti – sono ricchissimi di vitamina C: 151 mg per etto, circa il triplo di quella contenuta dalle “mitiche” arance, ma anche di vitamina A, di calcio e fosforo. 100 grammi di prodotto forniscono, peraltro, solo 30 calorie. Le zucchine verdi – continua la Coldiretti – forniscono appena 14 calorie per etto e sono uno degli alimenti più digeribili da anziani e convalescenti. I loro fiori, in particolare, sono ricchissimi di vitamina A indispensabile per la salute degli occhi e della pelle, per la ricostruzione e la protezione delle mucose, delle ossa e dei denti e per l’azione antiossidante. L’insalata – prosegue la Coldiretti – conferisce volume e potere saziante, con un apporto calorico estremamente limitato, e assicura anche un certo contributo di vitamine, calcio, fosforo e potassio. Inoltre è ricca di vitamina E che protegge il sangue e le altre sostanze del corpo dalle intossicazioni da smog ed è molto valida per i disturbi di cuore e della circolazione, mentre i pomodori – conclude la Coldiretti – oltre a essere ortaggi dietetici per eccellenza, perché hanno solo 17 calorie per 100 grammi, regalano all’organismo un buon apporto di fibre, vitamine e sali minerali, in particolare fosforo, calcio e magnesio. E come non citare il “superpomodoro naturale tutto Made in Italy”? Vanta un contenuto di licopene tre volte superiore rispetto alle varietà di pomodoro vendute per il consumo fresco e più elevato del 58% rispetto a quelle coltivate per la trasformazione, che secondo numerosi studi scientifici risulta essere un antiossidante efficace contro l’invecchiamento, nella prevenzione delle malattie cardio-vascolari e anche dei tumori alla prostata. La presentazione del “super pomodoro” è avvenuta nel mese di luglio, ad opera del Presidente della Coldiretti Sergio Marini, che ha sottolineato che
«si tratta di un successo tutto italiano, risultato di una sperimentazione realizzata nei campi nazionali e coltivato, trasformato e venduto dalle cooperative del Consorzio Interregionale Ortofrutticoli e del Consorzio Casalasco del Pomodoro, che aderiscono al progetto per una filiera agricola tutta Italiana della Coldiretti».

 

COLDIRETTI CREMONA: CON IL CALDO LA MIGLIORE DIFESA  E’ LA FRUTTA

La migliore alleata contro il caldo eccessivo? La frutta, naturalmente. Parola di Coldiretti Cremona, che evidenzia come la frutta fresca rappresenti una efficacissima difesa dall’afa e dai colpi di calore, invitando i cittadini-consumatori a scegliere, naturalmente, i prodotti di stagione.
“Frutta e verdura sono fonte di vitamine, sali minerali e liquidi preziosi – sottolinea Coldiretti Cremona – per mantenere l’organismo in efficienza e per combattere i radicali liberi prodotti come conseguenza dell’esposizione solare. Antiossidanti “naturali” sono infatti le vitamine A, C ed E, che sono contenute in abbondanza in frutta e verdura fresca”.
Questi vegetali sono dunque alimenti che soddisfano molteplici esigenze del corpo: nutrono, dissetano, reintegrano i sali minerali persi con il sudore, riforniscono di vitamine, mantengono in efficienza l’apparato intestinale con il loro apporto di fibre e si oppongono all’azione dei radicali liberi prodotti nell’organismo dall’esposizione al sole, nel modo più naturale ed appetitoso possibile.

Per aiutare a fare acquisti di qualità al giusto prezzo la Coldiretti ha messo a punto un vademecum, considerando che questa è la fase stagionale più conveniente per consumare frutta in un Paese come l’Italia che è leader nella produzione di ortofrutta per quantità e qualità. Ecco alcuni utili consigli: verificare sempre la presenza dell’etichetta di provenienza; prediligere le varietà di stagione coltivate in serra o in pieno campo che presentano le migliori caratteristiche qualitative e il prezzo più conveniente; preferire le produzioni e le varietà locali che non essendo soggette a lunghi tempi di trasporto garantiscono maggiore freschezza; privilegiare gli acquisti diretti dagli agricoltori, ad esempio nei mercati di Campagna Amica, che garantiscono l’origine e la genuinità dei prodotti; scegliere gli ortaggi e la frutta con il giusto grado di maturazione, quando sono esaltate le caratteristiche organolettiche e nutrizionali; optare per acquisti ridotti e ripetuti per garantirsi sempre l’elevato grado di freschezza ed evitare di essere costretti a buttare i prodotti eccessivamente maturati con il calo; privilegiare il consumo di verdure crude perché con la cottura si perde parte di acqua, sali minerali e vitamine.

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti