Commenta

Gran Premio Nuvolari: tre tappe, 300 equipaggi

NUVOLARI

La gara per auto storiche – nel segno dell’unità d’italia e di “Forza Giappone” –  si svolgerà dal 16 al 18 settembre. Partenza venerdi alle ore 13.00 da piazza Sordello  e arrivo a Mantova, domenica,  poco dopo mezzogiorno. Premiazioni alle 16.30 (Teatro Bibiena). Un percorso di 1.000 chilometri. Confermata la formula dei “due mari”: Tirreno e Adriatico. Al via Audi, Porsche, Ferrari,  BMW, Mercedes, Lotus, Fiat, Alfa Romeo, Bugatti costruite tra il 1919 e il 1969. Anche la Ermini 1100 Sport del 1946 appartenuta al grande” Nivola” (1892-1953).

Tappe a Pisa (venerdi) e Rimini (sabato). Passaggi a Parma, Livorno, Siena, Arezzo,Ravenna e Ferrara. Giovedi 15 le verifiche sportive e tecniche a Palazzo Te (ore 16-18).

Mantova –  Torna il Gran Premio Nuvolari – kermesse mondiale in 1000 km spalmati in tre giorni con auto storiche mozzafiato – con due “segni” particolari dopo venti, brillanti, edizioni: l’omaggio ai 150 anni di Unità d’Italia  e la testimonianza di solidarietà agli equipaggi nipponici presenti e alle popolazioni colpite dal terremoto e dallo tsunami della primavera scorsa. Tutte le auto infatti porteranno un adesivo con la scritta “ Forza Giappone”.

Trecento le vetture d’epoca in gara (costruite tra il 1919 e il 1969), piloti da tutto il mondo,percorso in tre tappe (Mantova,Pisa,Rimini), transiti di prestigio (Parma, Livorno, Siena, Arezzo, Ravenna, Ferrara) e tre novità assolute: Forte dei Marmi, Viareggio e Castel d’Ario, il paese alle porte di Mantova dove Nuvolari è nato (16 novembre 1892).

Il percorso vede confermata la formula dei “due mari” (Adriatico-Tirreno), il menù è il solito : prove di regolarità (61  cronometrate), tempi da rispettare, itinerari da non perdere mai d’occhio. Oltre 600 i partecipanti (piloti,navigatori, ecc.), tutte le grandi Case presenti: dalla Ferrari alla Lotus, dalla Mercedes alla BMW, dall’Alfa Romeo alla Bugatti. E’ presente pure la mitica Ermini 1100 Sport del 1946 che apparteneva proprio a Tazio Nuvolari e che lo stesso “mantovano volante” guidò in occasione dei circuiti di Campione d’Italia, Lido di Venezia, Asti, Sanremo tra il ’46 ed il ’47.

La carovana alzerà  il sipario giovedi 15 con le verifiche sportive a Palazzo Te e le verifiche tecniche sul viale Te (16-18.00). Poi cena in piazza Erbe, gran baldoria, musiche e alle 7.00 di venerd la partenza da Piazza Sordello.  Sabato si partirà da Pisa, domenica da Rimini. Splendidi taluni passaggi come quello fissato per Siena (Piazza del Campo) e  Ferrara (Piazza Castello).

La proclamazione dei vincitori del gran Premio Nuvolari 2011 avverrà ne Teatro BIbiena (capolavoro tardo barocco inaugurato il 3 dicembre 1769 da Mozart).

Nuvolari (1892-1953) sarà ricordato in tutti i modi. A cominciare dai suoi primati: 308 gare disputate, primo assoluto in 96. L’ultima epica impresa risale al 2 maggio 1948, ad una Mille Miglia gareggiata con una Ferrari alla bella età di 56 anni. Si ritirò per guasto meccanico quasi alla fine, a Reggio Emilia. Due anni dopo l’ultima corsa di una carriera trionfale:la Salita al Monte Pellegrino di Palermo. L’11 agosto 1953 lamorte per cardiopatia e broncopolmonite. I suoi concittadini per l’estremo saluto hanno scelto da una epistola di San Paolo una frase adatta al leggendario campione: “Correrai più veloce per le vie del cielo”.

Enrico Pirondini

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti