Commenta

Alessandro Aronadio presenta libro e film per Libreria Convegno

aronadio

Martedì 20 Settembre doppio appuntamento organizzato da Libreria del Convegno. sarà ospite Alessandro Aronadio, autore e regista. Alle 18.00 in libreria presentazione del volume LO STRANO CASO DEL DR DAVID E DI MR CRONENBERG (Bietti edizioni), alle 21.00 al Cinema Filo proiezione del lungometraggio DUE VITE PER CASO.

Entrambi gli incontri saranno presentati da Luca Beltrami (Progetto Cinem@Scuola) e sono possibili grazie al contributo di Cassa Padana.

IL LIBRO
“Je est un autre” scriveva Arthur Rimbaud, e tale è la premessa poetica dell’indagine ­ psicologica e cinematografica di questo lavoro di Alessandro Aronadio, acuto e illuminante esploratore di uno dei temi chiave delle manifestazioni artistiche del Novecento, sublimato e reso vivo attraverso l’analisi dell’opera del regista canadese David Cronenberg e, segnatamente, del suo “Inseparabili” (1988), su cui “chi pensava fosse stato scritto tutto, ma proprio tutto, dovrà almeno in parte ricredersi”.

IL FILM
Hai poco più di vent’anni e la tua vita è un supermercato di possibilità infinite, basta allungare la mano e scegliertene una. Dicono. Però una sera di pioggia la tua auto ne tampona un’altra, quella di due poliziotti in borghese, e tu finisci in questura perché non sei stato buono mentre loro ti pestavano. E da quella sera la tua vita non è più la stessa. Anche se frequenti il solito pub, l’Aspettando Godard, e ti metti con la barista più carina, anche se hai un amico che riesce sempre a sdrammatizzare tutto e una famiglia che ti vuole bene. La rabbia continua a scavarti dentro, a dirti che della tua vita non hai scelto un bel niente. E che sei stufo di aspettare. Oppure la stessa sera di pioggia la tua auto frena in tempo e non tamponi i poliziotti. La tua vita non è sconvolta dalla violenza. Continui a curare le piante nel vivaio dove lavori e a farti ridere in faccia dal padrone quando gli chiedi un aumento. Frequenti il solito pub, forse ti piace la barista, ma ti metti con una cliente del vivaio, una ragazza di buona famiglia. Nessuno se ne accorge, neanche il tuo migliore amico, che sdrammatizza sempre tutto, ma qualcosa non smette di scavarti dentro, di dirti che della tua vita non hai scelto un bel niente. E che sei stufo di aspettare Alessandro Aronadio, nato a Roma nel 1975, si laurea nel 2001 in Psicologia a Palermo. Si specializza in regia presso la Los Angeles Film School ad Hollywood alla fine del 2002. Ha collaborato, in veste di assistente e aiutoregia, con diversi registi, tra cui Giuseppe Tornatore, Luc Besson, Mario Martone e Ciprì e Maresco. Ha diretto numerosi spot, documentari e lungometraggi. Il suo Due vite per caso è l’unico film italiano in concorso al Festival di Berlino 2010.

© Riproduzione riservata
Commenti