Cronaca
Commenta10

Lega, procedimento per i disobbedienti Raccomandate spedite ai tre assessori

(nella foto: Zagni, Demicheli e Alquati)

Hanno disobbedito alla linea politica della Lega e pertanto è inevitabile un procedimento che potrebbe portare fino all’espulsione dal partito. Si apprende ora che il commissario cittadino del Carroccio, l’onorevole Raffaele Volpi, ha inviato ai tre assessori comunali lumbard che non hanno aderito allo ‘sciopero’ in occasione dell’ultimo Consiglio tre raccomandate in cui sostanzialmente si menziona il procedimento in corso. Alessandro Zagni, assente in consiglio comunale solo perché in viaggio all’estero (con una mail avrebbe dichiarato di essere contrario alla protesta del Carroccio) sarà giudicato dal direttivo provinciale. Discorso diverso per gli altri due assessori, Claudio Demicheli e Jane Alquati, regolarmente presenti al tavolo della giunta. Il primo, considerata la sua lunga militanza (è fondatore, a Cremona, del sindacato padano) dovrà essere giudicato dal consiglio federale della Lega (è il caso previsto per chi ha più di 10 anni di esperienza alle spalle). La Alquati, invece, fa parte del direttivo nazionale, e pertanto il suo caso sarà valutato da tale direttivo. Lo ‘sciopero’ era stato indetto per esprimere il dissenso nei confronti del sindaco Oreste Perri che non avrebbe accolto le indicazioni dei lumbard sia sulle nomine negli enti che in tema di viabilità e urbanistica.

 

© Riproduzione riservata
Commenti