Commenta

Il Bosco dei violini a Cremona Friends of Stradivari incontra la Comunità della Val di Fiemme

bosco-violini

Sabato primo ottobre il legame tra Cremona e la Val di Fiemme verrà rinnovato grazie ad una iniziativa di “Friends of Stradivari”. La foresta dei violini della valle trentina con i suoi maestosi e perfetti abeti di risonanza custodisce da sempre il segreto dei maestri liutai cremonesi. Per celebrare questa unione, Cremona ospiterà una conferenza ed un concerto di opere sonore. Oltre la musica, il connubbio  ideale tra arte, design e tradizione.

La conferenza si terrà alle 18 presso il Museo Civico Ala Ponzone (Sala Puerari).  Gli argomenti dell’incontro spaziano dalla storia della Magnifica Comunità di Fiemme, all’utilizzo dell’abete di Fiemme nel mondo della musica, per finire con i Suoni delle Dolomiti. La delegazione Fiemmese però, prima della conferenza visiterà nel pomeriggio il Salone Cremona Mondomusica dove sono tra l’altro esposte alcune “opere sonore “. Alternativa “bio” alle tradizionali casse acustiche, le “opere sonore” nascono come rivoluzionario diffusore di legno in grado di irradiare un suono autentico ed uniforme. La perfezione di queste  opere  deriva naturalmente dal prezioso abete rosso tanto caro a Stradivari.

Alle 17 è previsto l’arrivo al Museo e la visita alla mostra “Antonio Stradivari l’estetica sublime” con la guida della curatrice Virginia Villa.

Alle 18 il saluto del Sindaco di Cremona Oreste Perri, l’introduzione del presidente della Fondazione Stradivari Paolo Bodini, i saluti delle autorità della Val di Fiemme e l’inizio della conferenza.

Il programma della visita si concluderà alle 21 all’Auditorium della Camera di Commercio con il concerto strumenti Expo Shanghai 2010 del Trio Dafne.

© Riproduzione riservata
Commenti