Commenta

Ex Inam, in Regione illustrazione del progetto Pd: preoccupazioni immutate

inam

Oggi in Regione si è tenuto l’atteso incontro per l’illustrazione da parte dei vertici dell’azienda Ospedaliera all’Assessore alla sanità, ai promotori della raccolta di firme e al consigliere regionale Pd Alloni (a sinistra) del progetto che riguarda il futuro dell’Ex Inam. “Restano immutate le preoccupazioni e le forti criticità già rilevate in precedenza – commenta il consigliere Alloni -, ha trovato conferma l’impressione di trovarsi di fronte alla semplice riallocazione di alcuni ambulatori e non al rilancio di una offerta di servizi che con il tempo era stata progressivamente impoverita”. “Il punto prelievo e due soli ambulatori (cardiologia e oculistica) saranno spostati in meno di 250 mq presso spazi reperiti in via Dante – prosegue – dove sono collocati gli studi dei medici associati, nessun nuovo servizio di integrazione con gli studi medici e di continuità assistenziale viene previsto in alternativa al modello del poliambulatorio, siamo ben lontani dall’evocato modello della case della salute”. I responsabili dell’azienda ospedaliera e dell’ASL si sono assunti l’impegno di trasmettere il progetto  a tutti i soggetti interessati ed al Comune in primo luogo. Così Maura Ruggeri (a destra), capogruppo Pd in consiglio comunale: “A fronte delle notizie per niente rassicuranti che emergono dall’esito dell’incontro, torniamo a chiedere con forza che l’Amministrazione comunale non stia a guardare, come ha fatto finora, chiediamo che sia convocata con urgenza la commissione consiliare preposta, aperta all’apporto dei vari soggetti interessati (associazioni e gruppi di medici di base) e che ovviamente questo avvenga prima della scadenza del 15 ottobre, data prevista per la restituzione dei vari pareri”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti