Politica
Commenta15

La Lega rende nota la mail “incriminata”inviata dall’ufficio del sindaco a ZagniE Perri cerca i voti di Fli

Non si placa la bufera politica sul Comune di Cremona. Questa sera la Lega ha reso pubblica la mail che ha fatto infuriare il commissario cittadino del Carroccio, onorevole Raffaele Volpi, e che potrebbe provocare la rottura definitiva con il sindaco. Alessandro Zagni l’ha inviata al commissario cittadino precisando la sua posizione sulla presenza o meno in consiglio comunale: vado in consiglio comunale perchè l’opposizione ha depositato una interrogazione sulla vicenda del Gazebo leghista distrutto. Ecco quello che scrive Zagni all’onorevole Volpi:

Stimato On.le Raffaele, al fine di chiarire la mia posizione nella vicenda in discussione, e permetterTi di maturare una opinione che tenga conto di tutti gli elementi a disposizione, ci tengo a precisarTi quanto segue.
Il Capo di Gabinetto (Dott. Montini), il giorno stesso del Consiglio Comunale, alle ore 14,35, mi ha fatto pervenire, tramite la mia segretaria, il messaggio che Ti inoltro qui sotto.
In buona sostanza, Montini mi ‘consigliava’ il testo dell’email, che io avrei dovuto inviare al sindaco, per giustificare la mia assenza. Guarda caso, il testo, suggeritomi da Montini, ricalca nella sostanza
quello diffuso successivamente ai giornali ed apparso sulla stampa il giorno seguente. Da parte mia, invece, ho precisato, con il messaggio inviato al sindaco alle ore 19 circa, (che ti ho già trasmesso ieri) l’esatta mia
posizione. Come puoi ben constatare, la mia posizione è stata improntata a tutela del movimento e dei suoi militanti.
Cordiali saluti Alessandro Zagni

Ed ecco la mail partita dal Comune  a firma di una impiegata comunale con il testo suggerito dall’Ufficio di gabinetto: ciao alessandro, il dott. montini mi ha fatto recapitare questa traccia, secondo quanto mi è stato spiegato dovresti mandare la dichiarazione all’indirizzo sotto riportato se mi sevo muovere io non hai che dirlo, ciao …ps dammi un ricevuto x cortesia

-In relazione alla seduta del Consiglio Comunale di oggi 26 settembre,
-desidero giustificare la mia assenza.
-Chiarisco comunque che avrei partecipato ai lavori del consiglio
-Comunale se fossi stato presente a Cremona
Sentito Dott. Montini, è sufficiente che la dichiarazione arrivi dalla sua mail sulla mail del sindaco (sindaco@comune.cremona.it) ci riaggiorniamo solo in caso di necessità grazie ciao.

 

Intanto Oreste Perri potrebbe trovare due voti per rinforzare la sua traballante maggioranza da Fli. Questa mattina il segretario cittadino del partito di Fini, Lodigiani, ha avuto un incontro con il sindaco e il capo di gabinetto Montini per verificare questa possibilità. Infatti Fli in consiglio comunale conta due consiglieri, entrambe ex leghisti, Emiliano Ferrari e Roberto Gandolfi attualmente nel gruppo misto. Il candidato alla poltrona di assessore sarebbe lo stesso Lodigiani, commerciante di corso Garibaldi. Due voti in più per Perri sarebbero tanta manna ma questo vorrebbe dire spingere la Lega sempre più all’opposizione e staccare il resto del gruppo misto dalla maggioranza. Contatti sarebbero in corso per ottenere anche l’appoggio dell’Udc. E il Pdl? Sulla vicenda nessun comunicato, nessuna presa di posizione a dimostrare il grande disagio dentro il partito che non ha la forza di esaminare politicamente la rottura con la Lega lasciando al sindaco e al suo capo di gabinetto la responsabilità di gestire la crisi. Ma un’altra tegola sta per piombare sull’Amministrazione. Oggi Alessandro Carpani ha firmato il ricorso al Tar contro la nomina di Franco Albertoni alla presidenza dell’Aem.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti