Commenta

E’ finito in carcere il rapinatore di studenti

polizia_controlli

Il rapinatore di studenti è finito in carcere. F.G., cremonese 29enne residente in provincia, aveva più volte colpito a Cremona, nella zona tra la stazione dei bus e quella ferroviaria, intimidendo i ragazzi anche per pochi euro. A fine ottobre era partita la denuncia, grazie agli accertamenti della squadra mobile guidata da Sergio Lo Presti (questione nelle mani del personale della terza sezione, che si occupa di contrastare questo genere di reati) e grazie ad elementi raccolti tra i ragazzi, come la fotografia scattata all’uomo da uno studente (un plauso è arrivato dallo stesso Lo Presti). Ieri pomeriggio l’arresto, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Clementina Forleo su richiesta del sostituto procuratore Fabio Saponara. Ad ottobre, in occasione della denuncia, proprio la polizia aveva sottoposto alla procura la possibilità di valutare l’arresto. Determinante non la portata delle rapine ai danni degli studenti (comportamenti vessatori per qualche spicciolo) ma la condotta criminale reiterata del 29enne, abituato a vivere di espedienti. Alle spalle dell’uomo casi di illecito che si spingono fino a oltre 10 anni fa: reati contro il patrimonio, rapina, furto, minacce, resistenza a pubblico ufficiale, droga, guida in stato di ebbrezza, omicidio colposto per incidente stradale, rissa, atti osceni, scippo. Fino ad arrivare anche all’inosservanza di una misura disposta dal questore, misura che imponeva al ‘personaggio’ determinate prescrizioni (come il divieto di frequentare luoghi ben precisi).

m.f.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti