Commenta

Pandino, muratore 32enne arrestato per stalking dai carabinieri

Indagano i carabinieri

Un muratore 32enne di Genivolta sorpreso, in stato di alterazione dovuto ad abusi di sostanze alcoliche, accovacciato nella camera da letto della ex compagna, è stato arrestato questa notte a Pandino dai carabinieri del posto. Dalla donna una denuncia per atti persecutori. Il 32enne non accetta la conclusione della relazione decisa dall’impiegata di 24 anni la scorsa estate e da circa due mesi la perseguita cercando ossessivamente d’incontrarla. Un atteggiamento che ha costretto la donna, vinta dall’ansia e dalla preoccupazione per l’incolumità sua e dei familiari, a cambiare lo stile di vita. Ieri sera non avendo ottenuto la disponibilità ad un incontro, nonostante le insistenze, l’uomo ha raggiunto l’abitazione della giovane e, di nascosto alzando la tapparella della finestra, si è intrufolato in camera da letto dove è stato sorpreso.

La famiglia della ragazza ha ottenuto l’intervento dei carabinieri, prima della radiomobile di Crema poi della stazione di Pandino, che hanno prelevato il muratore e lo hanno condotto in caserma, dove accertati i fatti è stato dichiarato in arresto. L’indagato ha reagito violentemente all’invito ad allontanarsi, colpendo l’arredo. Ora è in caserma in attesa delle decisioni del Tribunale di Crema.

A prescindere dal caso concreto, la fragilità maschile e l’inadeguatezza a riconoscere l’evoluta forma di autodeterminazione della compagna hanno in questi giorni fatto registrare diversi interventi dei carabinieri. Il servizio “112” tra il pomeriggio del 22 novembre e la sera del 23 ha dovuto inviare tre pattuglie, per tre diversi episodi, per problematiche connesse alla delusione di un solo uomo che, minacciando il suicidio, si è ferito con un coltello. Ora sembra abbia deciso di emigrare e lasciare la casa dove ha vissuto con la donna, ma nella giornata di ieri ha devastato l’arredamento, reso inservibili i televisori, rotto ogni cosa. I carabinieri della radiomobile e poi quelli di Camisano hanno recuperato l’auto della donna, dissuaso l’uomo, un quarantenne, dal compiere gesti inconsulti. La donna, incolume, in questo caso non ha sporto denuncia.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti