3 Commenti

Operazione Massarotti al vaglio della giunta comunale: Albertoni illustra l’aspetto economico

massarotti

Parcheggio Massarotti al centro della riunione di giunta di questa mattina. Del possibile acquisto dell’autosilo, ad oggi di proprietà del Monte dei Paschi, si è parlato direttamente con il presidente di Aem Spa, Franco Albertoni, dal momento che sarebbe attraverso la sua partecipata che il Comune acquisterebbe il parcheggio.

A quanto si apprende, non c’è ancora un via libera dalla giunta all’acquisto e l’incontro di oggi è servito ad approfondire ulteriormente l’aspetto economico e quello strategico dell’operazione. “E’ stato un passaggio intermedio – spiega l’assessore al Bilancio, Roberto Nolli -, un approfondimento sulla sostenibilità dell’intervento”. Anche il prezzo (si parla di un importo tra i 2 e i 3 milioni di euro), aggiunge Nolli, è ancora in fase di definizione.

“L’operazione – commenta l’assessore – deve essere valutata a fronte di numeri precisi e di scelte da parte dell’amministrazione. Di certo, il progetto Massarotti andrà approfondito in maggioranza e, nel caso si decidesse di optare per l’acquisto, di illustrazione all’opposizione. Di certo l’operazione passerebbe in Consiglio Comunale”. Sull’argomento la maggioranza si riunirà la prossima settimana.

Quanto ai tempi dell’operazione, non dovrebbero comunque andare troppo per le lunghe, anche perché la convenzione con l’Apcoa, la società che gestisce attualmente l’autosilo di via Massarotti, scade il 31 dicembre 2011.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • TIZ

    Quali sono stati gli utili l’anno scorso??Se fossero stati buoni l’attuale proprieta’ venderebbe a cuor leggero?Andra’ a finire come l’affare della”pensilina”di cui poi,nessuno si preoccupo’ quanto ci costo’……..basta eventuali”tumori”a carico della collettivita’!

  • Alessandro

    E’ in utile di poche migliaia di euro ma solo perchè viene riscosso l’affitto dell’antenna di una compagnia telefonica, concessione che scade l’anno prossimo. Altrimenti sarebbe in perdita!

  • MASSAROTTI

    E’ senz’altro un caso, ma torna in gioco oggi, quando l’attenzione dei cittadini è calamitata dagli arresti per le indagini sulle cave, sempre con le stesse caratteristiche: Albertoni suggerisce che sia un affare per il Comune, finalmente, quelli che contano in Giunta sono incerti, ecco il nuovo, come fosse in partenza un sconfitta, senza padri, nessuno vuol prenderne chiaramente la responsabilità. L’affare verrà deciso dal Consiglio, dopo aver coinvolto anche la minoranza….
    Se fosse la trama di un romanzo sarebbe perfetta, con tutti i chiaroscuri al posto giusto, a cominciare dal prezzo: con naturalezza, come fosse la cosa più scontata del mondo, bisogna decidere quello esatto, che si colloca da due a tre milioni! abbiamo deciso di cambiare l’auto, scelto il modello, da stabilire se il prezzo esatto sia 20 o 30mila euro!!
    Il presidente Albertoni ripete fin dall’inizio, anni fa il park non guadagnava, oggi sì, ma dimentica sempre di indicare quanto e nessuno glielo chiede. Soprattutto, è tanto conveniente che il Comune, cioè noi, è l’unico interessato all’acquisto, e nessuno domanda ufficialmente il perché.
    Già Quinzani aveva inciso: mettessimo pure da parte la valutazione del prezzo, sarebbe solo un’operazione finanziaria, dacché ai cittadini e all’amministrazione, se serve un parcheggio, non interessa sia pubblico o privato, basta che ci sia: ma il Comune deve fare operazioni finanziarie, specie quando ogni giorno lamenta di non avere soldi per interventi indispensabili, tipo i passaggi a livello?
    E non basta la lezione del park di piazza Arvedi, che ha bloccato la politica cittadina per dieci anni ed oggi che c’è, bellissimo, comodissimo, è semivuoto?

    Cremona 02 12 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info