Un commento

Ecco la nuova illuminazione del cortile e delle torri di palazzo comunale

illuminazione

Sarà illuminato a nuovo il palazzo comunale di Cremona, il cortile Federico II e le torri dell’Acqua e Civica. Il progetto è stato realizzato dallo studio associato Gms (Guanella-Montani-Suss di Milano per conto dell’Aem) ed approvato dalla Giunta (costo 105mila euro). L’idea che ha mosso l’Amministrazione è quella  di valorizzare il Palazzo e il centro cittadino mediante un impianto di illuminazione che grazie al controllo delle ottiche , ai puntamenti e rispettando le caratteristiche storico-architettoniche dei luoghi consenta una maggiore fruibilità dello spazio. L’Aem ha compiuto tutta una serie di indagine per cercare la miglior soluzione, d’intesa con la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici. Nella nota di progetto si legge che l’intento principale “è quello di ricreare una rinnovata e mutevole scenografia del complesso architettonico”, nel rispetto dei manufatti storici e e del contesto”. “Data anche la posizione e la visibilità dei manufatti, le torri del Palazzo Comunale e il cortile Federico II vengono inoltre interpretati anche in chiave scenografica, privilegiando scorci, prospettive, vedute”. L’intenzione del progetto è quello di dare alla luce potenzialità didattiche tali da rendere interessante, anche di notte, la lettura del territorio e del suo contesto. Per il piano di calpestio del Cortile Federico II (con il recupero delle lampade esistenti)  sono state scelte lampade ad alogenuri metallici con bruciatore ceramico e, per l’illuminazione funzionale del piano di calpestio del cortile e per l’illuminazione architettonica dei monumenti (facciate torre nord, facciate torre sud facciate del palazzo comunale interne al cortile, volte dei portici) sorgenti ad alogenuri metallici con bruciatore ceramico, caratterizzate da elevata efficienza luminosa e resa cromatica. La luce sarà di tipo bianco caldo e regolabile a seconda delle necessità. L’impianto sarà totalmente nuovo. Saranno rimossi gli apparecchi attualmente installati nel cortile ad eccezione delle lanterne le cui lampade saranno sostituite. Le volte del cortile saranno illuminate con 50 proiettori posti sopra la cornice posta alla base dell’imposta delle volte stesse. La luce prodotta sarà puntata ad illuminare le volte. Altri 4 proiettori illumineranno i prospetti interni. Le torri nord e sud di palazzo comunale saranno illuminate tradizionalmente a proiezione.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Annamaria Menta

    Che dire, indubbiamente una priorità…visto la qualità eccelsa della pubblica illuminazione della città, ci sta di ‘divagare’ per occuparsi dell’illuminazione ‘artistica’ del palazzo comunale al modico prezzo di €105.000,00.
    Così avremo magari due o tre turisti ‘ammaliati’ in più. Pazienza per chi, calando le prime ombre della sera, ostinandosi a percorrere le vie cittadine a piedi, continuerà a ‘godere’ di una pessima illuminazione di strade e marciapiedi, in diverse zone del centro come fuori dal centro.