Commenta

Doni davanti al gip Ammette le responsabilità tenendo fuori l’Atalanta

doni

– Doni al tribunale di Cremona


E’ durato un’ora e quaranta minuti l’interrogatorio di Cristiano Doni, giocatore dell’Atalanta arrestato nell’ambito dell’operazione “Last Best”. Dopo cinque giorni di isolamento e un lungo colloquio con l’avvocato difensore Salvatore Pino per concordare la linea difensiva, Doni è arrivato davanti al Gip di Cremona Guido Salvini. All’interrogatorio ha preso parte anche il procuratore Roberto Di Martino. Alle 18,50 circa il giocatore è uscito correndo dal tribunale di Cremona, scortato da alcuni agenti che lo hanno ricondotto nel carcere cittadino. Il gip Salvini, al termine della giornata, ha espresso soddisfazione per la collaborazione e le ammissioni di “quasi tutti gli interrogati”. Dunque, anche Doni avrebbe ammesso le proprie responsabilità, tenendo fuori dai fatti accaduti l’Atalanta.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti