2 Commenti

Verifica di maggioranza, Carminati e Jotta dal sindaco: «Porte aperte alla Lega»

maggioranza

– nella foto Carmianti, Jotta e Perri

 

Una giunta lampo per lasciare spazio agli incontri bilaterali che il sindaco ha deciso di intraprendere nella giornata di oggi (giovedì 29 dicembre) per la verifica della sua maggioranza. Una verifica chiesta un paio di mesi fa dall’Udc, che doveva essere a Natale, ma che è slittata agli ultimi giorni del 2011. Così, nell’agenda odierna hanno preso posto l’Associazione Ceraso per Cremona, la Lista Gente Nuova e il Pdl. Il turno dell’Udc è fissato per domani, venerdì 30 dicembre, mentre nei primi giorni del 2012 passeranno dal primo cittadino gruppo misto e Lista Obiettivo Cremona. A tutte le forze politiche, Perri ha chiesto e chiederà un documento formale o informale con una serie di proposte da valutare per la stesura del programma della seconda parte di mandato. In più, ha consegnato e consegnerà il documento fornito da tutti gli assessori contenente ciò che si è fatto in due anni e mezzo. Il passo successivo, al termine degli incontri ‘bilaterali’, è infatti quello di un vero e proprio incontro con tutte le forze di maggioranza.

 

PDL: «INCONTRO SERENO. PORTE APERTE ALLA LEGA» – Presenti all’appuntamento, il coordinatore provinciale Mino Jotta, il coordinatore cittadino Ugo Carminati e il vicesindaco Carlo Malvezzi. «E’ stato un incontro molto sereno – ha detto Ugo Carminati – Come ci ha chiesto il sindaco valuteremo quanto fatto dagli assessori e, quindi, faremo delle proposte tenendo conto della crisi economica in corso, portatrice di una situazione molto diversa da quella in cui è stato scritto il programma elettorale. Eventualmente ripenseremo alcuni punti e faremo considerazioni sulla possibilità di ripensare alcune spese, privilegiando certi ambiti piuttosto che altri. Questo nella scelta, per esempio, tra strada sud o insediamenti sociali. Non abbiamo parlato di cambiamenti in giunta o di deleghe, abbiamo solo valutato l’intenzione di una maggior condivisione sulle operazioni complesse e di lunga durata, come via Dante o il Pgt. Per quanto riguarda la Lega, abbiamo ribadito al sindaco che la porta è aperta e che c’è sempre la speranza che possa tornare. Valutare i passaggi intermedi delle operazioni complesse sarebbe, in questo senso, una dimostrazione alla Lega della nostra disponibilità. Poi, le scelte sono scelte e se ci sarà un rifiuto non saremo noi ad aver chiuso la porta».

 

ASSOCIAZIONE CERASO: «UN SINDACO COSì QUANDO MAI L’ABBIAMO AVUTO?» – Hanno varcato la soglia dell’ufficio di Perri con una lettera sotto il braccio. «Caro sindaco, il bilancio per noi è positivo», esordisce così l’Associazione Ceraso per Cremona nell’incontro con il primo cittadino. «L’incontro è andato bene – ha commentato il presidente Tommaso Pulito -. Concordiamo su tutto con il sindaco, asse portante della città». “Sei un buon Sindaco – si legge nella lettera scritta al primo cittadino – che svolge il suo incarico con impegno e serietà, che ha idee e buon senso e che mette al primo posto i cittadini e il loro benessere. E questo le persone lo percepiscono ogni volta che partecipi a qualche iniziativa e la tua presenza non è mai formale o di circostanza ma sai parlare con bambini, genitori, giovani o anziani interpretando le loro esigenze e i loro bisogni, dimostrando una conoscenza delle problematiche ed una sensibilità che non passa inosservata soprattutto in tempi in cui gli amministratori sono sentiti lontani e distaccati dalla gente comune”.
Duro l’attacco alla Lega: “Quando un partito – è scritto nella missiva – è rappresentato da sei consiglieri in consiglio comunale e tre assessori in giunta, come era la Lega Nord, dovrebbe  portare avanti le proprie idee ed iniziative nei suddetti luoghi istituzionali più che attraverso la stampa o i gazebo. Riteniamo che chi ha avuto mandato dai cittadini per essere rappresentato in consiglio comunale debba evidenziare all’interno di quella sede i problemi che gli stanno a cuore proponendo al Sindaco, alla Giunta e ai Consiglieri, attraverso mozioni e ordini del giorno, proposte e soluzioni rispetto alle varie problematiche della città”.

 

LISTA GENTE NUOVA: «CONTINUIAMO AD ESSERE SQUADRA NELLE RETROVIE» – «Il nostro è stato un incontro diverso – ha commentato Paolo Trentarossi della Lista Gente Nuova -. Noi non siamo una forza in Consiglio, ma è ugualmente importante che queste consultazioni avvengano con tutti i soggetti che hanno contribuito alla vittoria elettorale. Ci sono delle problematiche prioritarie che continuiamo a portare all’attenzione del sindaco e che metteremo in un documento da consegnare a Perri, come da sua richiesta. Tra queste, ambiente e giovani, due tematiche che la gente sente come urgenti. Questo è il nostro ruolo in quanto lista civica extra-consigliare: portare all’attenzione della squadra che gioca, quella che scende in campo, ossia la giunta, le priorità raccolte dalla squadra che sta nelle retrovie e che tiene un po’ il polso della situazione».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Lucia

    Noi cittadini non abbiamo mai visto un Assessore (Ceraso) così inutile!
    Un anno fa la Lega chiedeva (nei luoghi istituzionali) la riduzione dei dirigenti e l’Assessore replicava che non era possibile; dopo un anno di “duro” lavoro la Ceraso propone una finta/falsa rivoluzione sui dirigenti! Ben arrivata!
    E sui profughi (clandestini tunisini e libici) stendiamo un velo pietoso!
    Per il resto n.p. (non pervenuta)!
    Ceraso: imbarazzante!

  • bruno

    Consiglieri ed assessori sono eletti in base ad un programma. Non e’ che i consiglieri ed assessori devono portare le “loro idee” ma devono, invece, realizzare il programma sottoscritto e votato dagli elettori. Cari estensori della lettera della lista Ceraso, che fine hanno fatto le promesse elettorali, via dante e viale trento e trieste? La promozione del commercio di vicinato? E la ztl blindata faceva parte anch’essa del programma?