Commenta

Un grande imprenditore, innamorato della musica E' scomparso Luigi Lacchini

luigi-lacchini

E’ scomparso intorno alle quattro della notte tra il 31 dicembre 2011 e il 1° gennaio 2012 l’ingegnere Luigi Lacchini, imprenditore, appassionato di musica, personaggio di spessore per la città di Cremona. “Ginetto” aveva 80 anni ed era sposato con Adalgisa Chizzini. E’ stato il fondatore della Simel, industria chimica di via Bergamo, poi comproprietario della Casa di Bianco; ha fatto costruire l’Albergo Delle Arti ed ha recuperato il Continental e l’Hotel Impero. Appassionato di musica, ha sostenuto il teatro Ponchielli e la Fondazione Stradivari.
«Abbiamo trascorso come tutti gli anni il Capodanno insieme – ha detto Renzo Zaffanella, ex sindaco di Cremona -. Eravamo legati da una particolare amicizia, abbiamo fatto molti viaggi insieme che ricorderemo sempre. Era un grande imprenditore, un grande amante della musica. Ha compiuto 80 anni, riuscendo a ripristinare e ad inaugurare un albergo, il Continental, che è lustro per la città. Partecipiamo al dolore della moglie Isa e dei figli».
«Abbiamo perso un uomo di grande cultura, un mecenate – è il ricordo di Paolo Bodini, presidente della Fondazione Stradivari – Era un amico, una persona di spessore, capace di analizzare le situazioni, sempre fonte di ispirazione e approfondimento sulle cose. Ha dato tanto alla Fondazione Stradivari. Mi dispiace moltissimo e sono vicino alla famiglia in questo triste momento».
«L’ingegnere era un nostro socio fondatore – ha detto Angela Cauzzi, sovrintendente del teatro Ponchielli -. E’ stato presente anche all’ultima assemblea di dicembre, dando come sempre molti stimoli a tutti i presenti. Il suo stile era quello di spronarci affinché il teatro diventasse sempre più un vero e proprio centro musicale. Era davvero innamorato della musica. Con la sua morte, la città perde un personaggio importante».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti