Commenta

Calcioscommesse, Cassano nega tutto davanti al gip

trib_evid

Cassano

Ha negato tutto. Mario Cassano, il portiere del Piacenza arrestato sabato mattina nell’inchiesta calcioscommesse, è stato interrogato oggi dal gip Guido Salvini. Il giocatore, in carcere a Cremona, ha respinto le accuse legate a tentativi di combine per le gare di serie B della squadra emiliana Piacenza-Albinoleffe, Atalanta-Piacenza, Siena-Piacenza, della stagione 2010/2011, e Piacenza-Mantova, del campionato 2008/2009. Cassano (contestato da tre tifosi piacentini all’arrivo in tribunale) ha negato di conoscere Cristiano Doni. E si è detto disponibile a un confronto diretto con Doni e Carlo Gervasoni. Domani, dal giudice per le indagini preliminari, toccherà ad Angelo Iacovelli, barese finito in arresto nelle stesse ore in cui sono scattate le manette per Cassano, che avrebbe partecipato a presunte manipolazioni delle partite di serie A della stagione 2010/2011 Milan-Bari, Bari-Sampdoria, Bari-Roma, Palermo-Bari ed è considerato dagli investigatori l’anello di congiunzione con gli esponenti balcanici dell’organizzazione.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti