Commenta

Vecchie granate inglesi scoperte dove sorgerà il megaimpianto di metano

Granate

Nelle foto la zona del ritrovamento

Quattro granate inglesi risalenti alla Seconda guerra mondiale sono state ritrovate a Bordolano, in un’area di campagna che sarà interessata del cantiere per la realizzazione del megaimpianto di stoccaggio di gas metano (un miliardo e 200 milioni di metri cubi). La scoperta di una presenza ‘estranea’, nei pressi della stradina che si dirama dalla strada provinciale 25 e passa vicino al Cluster B, è stata fatta circa una settimana fa dalla ditta incaricata della campagna di ricerca di ordigni e residuati bellici in vista dei lavori del progetto Stogit (gruppo Eni) per la conversione del giacimento di metano esaurito. Sul posto, dove dovrebbero sorgere nuovi pozzi, sono intervenuti questa mattina gli artificieri militari del Genio Guastatori di Cremona, gli specialisti Eod, accompagnati da polizia locale, carabinieri della stazione di Casalbuttano e un’ambulanza (come prassi). Le granate di artiglieria britannica da 94 millimetri sono state trasportate in un luogo idoneo e isolato nel territorio comunale di Bordolano dove è stata completata la bonifica in sicurezza.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti