3 Commenti

L'Udc chiede un riconoscimento in maggioranza

evidenza-trespidi

L’Udc resta in maggioranza, a patto che il sindaco riconosca ai centristi “la dignità politica che compete”. Così Giuseppe Trespidi, segretario provinciale dei centristi, al termine dell’incontro avuto oggi con il sindaco. Dalle 17.30 a Palazzo Comunale il sindaco, affiancato dal capo di gabinetto Walter Montini, ha ricevuto la delegazione dell’Udc formata, oltre che da Trespidi, dal consigliere Angelo Zanibelli e dal segretario cittadino Giuseppe Foderaro.

Al centro del confronto i temi condensati dall’Udc nel documento presentato in gennaio: applicazione del quoziente famigliare, attenzione alle fasce deboli, lavoro e occupazione, turismo e rilancio di Cremona, viabilità e trasporto pubblico. Su quest’ultimo fronte, in particolare, l’Udc ritiene non prioritaria la Strada Sud, privilegiando l’intervento su via Dante. Tra le priorità, anche l’eliminazione di almeno un sottovaso (via Persico è il primo della lista).

Non è mancato un accenno alla grave situazione del trasporto ferroviario: qui l’Udc ha chiesto al sindaco un’azione più incisiva nei confronti della Regione e delle ferrovie.

Dal punto di vista politico, ha commentato Trespidi, “abbiamo chiesto al sindaco di preparare un documento conclusivo della verifica, con gli impegni da assumere fino a fine mandato. Il documento dovrà poi essere condiviso in maggioranza”.

“Abbiamo chiesto anche di restituire dignità all’Udc in maggioranza – ha concluso il segretario -. L’Udc, pur avendo sostenuto Perri, on ha ancora avuto la dignità politica che le compete. Trovi il sindaco il modo di riconoscerla. Questo non vuol dire necessariamente un posto in giunta, ci sono tante forme per farlo, a partire da un incarico al nostro consigliere comunale”.

Sulle richieste dei centristi, il sindaco si è riservato di dare una risposta a breve e di arrivare al documento conclusivo della verifica entro febbraio.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • sandra

    E da quando in qua l’Udc conosce il significato della parola dignita’?

  • Il Padano

    Che bello vedere il Sindaco sorretto da chi aveva votato per Corada al ballottaggio, a cui magari verrà dato anche un ruolo. Cosa non si fa per rimanere in piedi! Complimenti!

  • Achille

    Ci voleva così tanto per arrivare a dire pubblicamente : “sì, cavolo, vogliamo un posto”?!

    Dapprima con uno stile un po’ “Dem” si è cercato di mascherare la richiesta dandole il nome di “verifiche di maggioranza”…

    Siate tutti consci del fatto che questo periodo elettorale sarà probabilmente per molti dei soggetti politici cremonesi “la campanella dell’ultimo giro”, dacchè la politica, oggi, non funziona più come una volta; quando era motore propulsore per la società. Nel bene e nel male.

    Oggi, depauperata di molti aspetti che la avvicinavano al passato, diventa spesso un peso, una zavorra, che ostacola l’incedere e rallenta le contingenze di cui la società ha necessità.

    Chiaro esempio ne è la politica cremonese, specchio della società cremonese, fatta da nessun vero fuoriclasse, ma da una pletora di “stonati chiaccherini”, “falsini” ed “infingardi”, capaci di poco.

    L’articolo ha dato lo spunto alla riflessione. Pertanto non si riferisce al partito od ai soggetti specifici sopracitati, ma vuole essere una sorta di malinconico sfogo.

    Fotografia triste di una città, che lo è altrettanto.