Commenta

Visioni contemporanee, come la politica contribuisce allo sviluppo del territorio?

visioni-contemporanee

Prosegue il ciclo di dibattiti, organizzati dall’associazione Visioni Contemporanee, su come la politica deve contribuire allo sviluppo economico del nostro territorio. La settimana scorsa si è svolto il terzo incontro. Erano presenti l’assessore al Lavoro della Regione Lombardia, Gianni Rossoni ed il presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Cremona, Ernesto Quinto.

Il noto commercialista, riallacciandosi al precedente intervento del coordinatore del Dipartimento di economia dell’università Cattolica di Cremona, prof. Antoldi, ha dichiarato “Risulta evidente che mai come in questo momento, sia necessario trovare delle forti sinergie tra l’azione pubblica ed il tessuto economico del nostro territorio. Il rilancio del settore manifatturiero, attraverso programmi di innovazione dei prodotti e dei processi produttivi e la pianificazione di un programma articolato di sviluppo turistico,  come già fatto cenno nei precedenti incontri, devono essere priorità assolute. Concordo con quanti sostengono che attualmente le istituzioni sono chiamate ad investire maggiori risorse per lo sviluppo, soprattutto mediatico e di immagine”. In tal senso si è ripreso il discorso fatto nel primo incontro dal direttore dell’associazione Industriali, quando affermava che dobbiamo far sapere quanto è vantaggioso insediarsi nella nostra provincia.  Pertanto anche Quinto, dopo Cabrini ed Antoldi, auspica che l’impresa venga messa al centro dell’attività politica: “Quello che si riuscirà a dare al sistema imprese ritornerà sicuramente al sistema sociale  della comunità”. Altri spunti di discussione della serata sono stati il credito, le reti d’impresa ed i nuovi insediamenti produttivi di Tencara e San Felice. Temi che hanno scaldato molto i partecipanti e l’assessore Rossoni.  Sulla questione del credito l’assessore ha assicurato che la Regione sta’ mettendo in campo tutta una serie di leve economiche per far sì che le banche concedano i finanziamenti alle imprese. In relazione agli insediamenti produttivi Rossoni ha assicurato il pieno appoggio al polo di Tencara. L’assessore lascia intendere che ci sono grandi possibilità di raggiungere l’obbiettivo, anche attraverso ingenti finanziamenti della Regione, ma la pazienza ha un limite: gli enti locali devono decidere. Nelle prossime ore si dovrebbe tenere un incontro risolutivo. Altro discorso è per San Felice, Rossoni afferma: “Se il comune di Cremona vuole dotarsi di un’area industriale è liberissima di farlo. Non sarà certo la Regione ad opporsi”.

Il prossimo incontro dal titolo “Progettare il futuro: formazione, ricerca, innovazione” si terrà giovedì 1° marzo alle ore 21, presso il laboratorio di idee e cultura politica di via Palestro 42, a Cremona. Ad animare la serata ci saranno: Gianni Ferretti, prorettore del Politecnico di Milano (sede di Cremona) ed il parlamentare cremonese Luciano Pizzetti. Il dibattito è aperto a tutti i cittadini.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti