Commenta

A casa per Pasqua e Pasquetta? Ecco cosa fare tra musei aperti, mercatini e feste medioevali

pasqua-e-pasquetta-a-cremona-e

Per chi rimane a casa a Pasqua e Pasquetta ecco cosa si può fare in provincia di Cremona e dintorni. Cominciando dalla cultura, le sedi espositive del Sistema Museale Città di Cremona rimarranno aperte al pubblico domenica e lunedì secondo l’orario festivo, ossia dalle 10 alle 18. Possibile visitare, dunque, a palazzo Affaitati la Pinacoteca del Museo Civico Ala Ponzone, il Museo Stradivariano e il Museo Civico di Storia Naturale, a San Lorenzo il Museo Archeologico, a palazzo comunale la collezione “Gli archi di palazzo comunale”, al Cambonino il Museo della Civiltà Contadina.
In particolare, al Museo Stradivariano a Pasqua e Pasquetta c’è la mostra ‘Friend of Stradivari’, esposizione temporanea dei capolavori di Stradivari, Amati, Guarneri del Gesù, provenienti da importanti collezioni private. Domenica 8 aprile alle ore 11 al Museo Civico ‘Ala Ponzone’ in Sala San Domenico l’audizione di Silvia Pellicciari con violino Stradivari Elizaveta Petrovna 1708 (ingresso riservato ai visitatori del Museo al costo aggiuntivo di 3 euro).
All’interno dell’iniziativa dell’associazione di arte, cultura e turismo Acuto dal titolo ‘Il violino tra Brescia e Cremona’, domenica 8 aprile da piazza del Comune (davanti all’ufficio Iat) alle ore 15, una visita guidata agli edifici medievali di Piazza del Comune di Cremona e alla bottega del liutaio (Costo per individuali 10 euro, 8 euro per associati ACuTo e possessori “city card”). Lunedì 9 aprile il CrArT, Studio Eventitrè e Performart Eventi propone la visita guidata ‘Le voci delle musica’, da Largo Boccaccino (davanti a Cremonabooks) alle 10.15, un itinerario con cenni storici di Cremona e delle sue tradizioni, inquadramento storico della città all’epoca dei grandi liutai, visita alla “Collezione degli Archi di Palazzo Comunale”, a San Domenico (ovvero ‘La basilica che non c’è), a l’ ”isola” e le botteghe dei “marengoni” e a Palazzo Affaitati, sede della Pinacoteca del Museo Civico “Ala Ponzone”. In questo ambiente si susseguono incontri con teatro, musica, canto, danza, letteratura, storia e maestri liutai (costo 23,00 euro comprensivo di biglietti d’ingresso, gratuito fino a 11 anni).

Al Centro Culturale Santa Maria della Pietà è possibile visitare la mostra di Federica Galli ‘L’eleganza del segno‘ (guarda il video), mentre sotto la Galleria XXV Aprile ci sono i banchetti della Fiera del Libro.
Nel giorno di Pasqua a Castelleone spazio all’antiquariato con il Mercatino del Piccolo Antiquariato, una vera e propria “Mostra Mercato” a cielo aperto, in cui si possono vedere e apprezzare, attraverso un percorso espositivo organizzato nei settori dell’Antiquariato, Artigianato Artistico, Modernariato e del Vintage, tutti gli oggetti esposti.
Lunedì 9 aprile a Rivolta d’Adda in piazza del Comune dalle 9 alle 18 la Mostra mercato dell’usato e piccolo antiquariato, a Soresina il Mercato straordinario dell’Angelo, il tradizionale mercato del lunedì che si trasforma in un mercato d’altri tempi con la presenza di saltimbanchi e giocolieri, animazione.
Una giornata che riporta Pizzighettone indietro nel tempo lunedì 9 aprile con la manifestazione ‘Pasquetta nelle mura’. Soldati in armatura, damigelle e altri “misteriosi” personaggi animeranno il campo medievale allestito, a partire dalle ore 10, nel fossato delle mura di Pizzighettone. “Gli Allegri Viandanti” gruppo di rievocazione storica di Cremona sarà a disposizione per visite guidate, spiegazioni didattiche di falconeria, dimostrazioni di scherma ed arcieria. Inoltre, alle ore 15 e alle 17,30, avranno luogo duelli e tornei tra uomini d’arme.
Izano, nel cremasco, domenica e lunedì, la tradizionale Fiera della Pallavicina: celebrazioni religiose, bancarelle, animazione, luna-park, esibizione di madonnari, concorso di poesia dialettale presso il santuario della Pallavicina.
Infine, a Zibello, nel parmense, il 9 aprile l’appuntamento enogastronomico “Intermezzo al culatello” nella suggestiva cornice del Chiostro dei Padri domenicani dalle 16 golose merende con Culatello Dop, Parmigiano Reggiano, torta fritta accompagnati dal frizzante vino Fortana. Visitabile il Museo della Civiltà Contadina “G.Riccardi” dalle ore 16.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti