Cronaca
Commenta10

Movimento 5 stelle di nuovo in piazza con un banchetto

Movimento 5 Stelle Cremona in piazza domenica a Porta Venezia, con un banchetto informativo sulle attività, e sugli impegni.

“Continua dopo 2 anni di battaglie – spiega il coordinamento cremonese – il sostegno per l’abolizio dei rimborsi elettorali, lo scorso anno si era firmato per l’iniziativa popolare a livello regionale, ‘Zero Privilegi’, le cui firme sono alle votazioni in consiglio regionale. Ora siamo in piazza a sostegno di una nostra proposta a livello nazionale: eliminare il quorum. In un momento storico molto delicato sia dal punto di vista economico sia dal punto di vista socio-culturale, con proposta di legge di iniziativa popolare illustrata di seguit ci proponiamo di eliminare un monopolio: quello del potere legislativo detenuto da una ristretta cerchia di persone organizzate in un gruppo ancora più ristretto di gruppi di potere. Tale monopolio non è previsto nella nostra Costituzione”.

“Al contrario – prosegue – essa prevede la possibilità che siano anche i cittadini a proporre leggi, quelle dette ‘di iniziativa popolare’. Questa possilibità è però vanificata dai regolamenti di Camera e Senato. Ci accingiamo pertanto a lanciare una proposta di legge per modificare la Costituzione Italiana, affinchè il dettame costituzionale che, con la sua chiara impronta democratica nega l’esistenza di un monopolio del potere legislativo, che possa finalmente avere effettiva applicazione. Intendiamo quindi estendete i diritti referendari, abolire il quorum, introdurre la revoca degli eletti e assicurare ai cittadini, conformemente con quanto previsto dalla costituzione, la possibilità di proporre leggi. Per questo proponiamo che oltre alle leggi ad iniziativa popolare a voto parlamentare siano introdotte anche quelle a voto popolare, e che quando il parlamento per varie ragioni non prenda in esame una legge di iniziativa popolare questa passo al voto popolare. In poche parole intendiamo rafforzare, nel nostro sistema costituzionale l’esercizio del potere politico da parte del popolo sovrano, e cioè la democrazia diretta”.

“A Cremona – conclude il movimento – abbiamo già attivato la promozione con la raccolta firme presso Spazio Comune, chiunque potrà firmare. In tutta Italia in queste ore si sta firmando, e queste andranno a rafforzare le nostre proposte, che porteremo in Parlamento. Spesso ci sentiamo etichettare come Anti-Politica, ma noi siamo più politica, di molti presunti partiti politici. A Noi non piace questa gestione ‘pubblica’ dell’apparato politico, il che è estremamente differente rispetto all’odio della politica in senso generale, come vogliono far credere i nostri detrattori. Ci siamo abituati, ma la strada e le nostre proposte non si fermeranno, come la proposta di abbandonare la costruzione del faraonico progetto del terzo ponte, sostenuto da maggioranza e opposizione, che non hanno contato il parere del cittadino cremonese, a fronte di un impegno economico da stanziare per rafforzare le vie esistenti, e aumentare le piste ciclabili che arrivano da Cremona, soprattutto la ‘famosa’ Cavatigozzi-Cremona. Al banchetto si è respirata un’aria di cambiamento, di fiducia delle persone nei nostri confronti, i molti attestati di stima, non fanno altro che raffonzare il nostro impegno da cittadini”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti