Commenta

Festa per i 152 anni della Polizia Municipale, il comandante: "35 mila interventi nel 2011 Siamo presenti sulla città"

vigili-2

foto Francesco Sessa

Nella Sala dei Quadri di Palazzo Comunale, in mattinata, si è svolta la Festa per il 152° anniversario della fondazione del Corpo della Polizia Municipale. Dopo un minuto di silenzio per la tragedia avvenuta a Brindisi e per le vittime del terremoto in Emilia Romagna, il discorso dell sindaco Oreste Perri con delega alla Polizia Municipale, quello del Comandante Fabio Sebastiano Germanà Ballarino, ed il conferimento riconoscimenti al personale della Polizia Municipale. A causa della congiuntura economica sfavorevole per le famiglie italiane e le istituzioni tutte, il Comando ha deciso per quest’anno di non effettuare il previsto rinfresco.

PERRI: “SIETE I PRINCIPALI REGOLATORI DELLA VITA DI TUTTI I GIORNI”

“Il vostro senso di appartenenza al Corpo – ha detto il primo cittadino -, il vostro essere impegnati nella salvaguardia del bene comune, sono valori fondamentali che arricchiscono l’intera comunità e che danno sicurezza alla gente, nel centro città come nei rioni più periferici. La polizia locale è il principale regolatore della vita di tutti i giorni nello spazio pubblico della città. Regola il traffico, contrasta i comportamenti di guida rischiosi, tutela i consumatori e garantisce il rispetto delle regole del commercio, tutela l’ambiente, controlla lo sviluppo edilizio e contrasta l’abusivismo, presidia, prevalentemente a piedi, lo spazio pubblico per garantire il buon vivere comune”. Tre i temi affrontati da Perri: il rapporto con la comunità locale, il coordinamento strutturato con tutte le forze dell’ordine, la possibilità di mobilitare tutte le risorse disponibili del Comune. “I comportamenti negativi diffusi – ha continuato il sindaco – di qualsiasi livello di gravità, possono essere contrastati anche con la partecipazione attiva e consapevole della comunità locale. E’ quello che si chiama controllo informale. La polizia municipale ha più possibilità di altri nel favorire questo processo perché sta nella comunità, conosce il territorio, le sue risorse, e si caratterizza come polizia di prossimità. Per quanto riguarda il coordinamento strutturato con tutte le forze dell’ordine, riconosco con soddisfazione che nella nostra città esso è sempre costante, puntuale  ed efficace, grazie anche alla volontà del Prefetto Tancredi Bruno di Clarafond, che ringrazio particolarmente, e alla disponibilità e alla competenza del Questore Antonio Bufano, del Comandante dei Carabinieri Michele Arcangelo Cozzolino, del Comandante della Guardia di Finanza Alfonso Ghilardini, del Comandante della Corpo Forestale Dott. Alberto Ricci, del Comandante dei Vigili del Fuoco Ing. Roberto Toldo. Questo lavoro sinergico è reso efficace anche da rapporti istituzionali e interpersonali basati su stima, fiducia e condivisione di obiettivi comuni”.
“La polizia municipale – ha concluso Perri – deve essere messa in grado di interagire con tutti i settori degli enti di appartenenza in modo che alle sue segnalazioni venga attribuito un carattere di priorità. Solo così la prossimità diventa fiducia e la fiducia la premessa per una maggiore responsabilizzazione della comunità nella regolazione sociale della città”.

IL COMANDANTE GERMANA’: “35 MILA INTERVENTI NEL 2011, SIAMO PRESENTI”

“35 mila interventi registrati dalla centrale operativa, 15 mila cittadini ricevuti allo sportello unico nel 2011. Un chiaro e ineludibile segnale di quanto la Polizia Locale sia presente sulla città”, comincia così il Comandante Fabio Germanà Ballarino nel discorso celebrativo. “In una società difficile, afflitta da problematiche importanti e dalla congiuntura economica sfavorevole – ha continuato il comandante – fare i “tutori” dell’ordine civile, coloro che fanno rispettare le regole, è sempre più arduo, ma è anche la nostra mission, e nonostante tutto, critiche e apprezzamenti, non dobbiamo dimenticare il nostro ruolo, che rivendichiamo con forza, di garanti, insieme alle forze di polizia dello Stato, del vivere quotidiano”.
” Altro tema fondamentale che voglio toccare e che portiamo avanti – ha detto Germanà – è il “far crescere” la cultura della sicurezza stradale e della legalità con l’azione educativa nelle scuole della città di ogni ordine e grado a partire dalla scuola materia, iniziative dedicate ed una progettualità importanti. Iniziative come Tu..cosa puoi fare per la sicurezza stradale?, Una vignetta per la sicurezza, la festa conclusiva del percorso di educazione stradale nelle scuole, solo per citarne alcune”.

PREMIAZIONI E RICONOSCIMENTI

Premiati dal Prefetto Tancredi Bruno di Clarafond per i 25 anni di anzianità di servizio – medaglia raffigurante corona a nove torri – colorazione oro e nastrino di decorazione: Commissario Aggiunto Catapane Giorgio, Commissario Aggiunto Rotondi Daniele, Agente Faioli Daniele, Agente Berneri Mario.

Premiati dal sindaco di Cremona Oreste Perri per i 16 anni di anzianità di servizio – medaglia raffigurante stella a sette punte – colorazione argento e nastrino di decorazione: Agente Perini Vincenzo, Agente Sartori Paola, Agente Spotti Angela.

Premiati dal Comandante. Parola di Lode all’Unità di Polizia Giudiziaria per l’importante impegno profuso e i risultati raggiunti nelle attività di competenza e in special modo in alcune indagini che hanno portato ad individuare depositi non autorizzati di rifiuti, trasporti di rifiuti non regolari, imbrattatori seriali di edifici (writers) e la collaborazione fornita ai colleghi di Piacenza in sinergia con la Questura di Piacenza in occasione di un’indagine relativa allo sfruttamento della prostituzione: Commissario Davide Spotti, Agente Frigeri Jurin, Agente Ascari Federica, Agente Istruttore Bandirali Fabrizio, Agente Istruttore Catenacci Claudio.
Parola di Lode all’Agente Istruttore Gaia Giovanni in considerazione dell’efficacia, della qualità e della quantità di lavoro svolto presso il Comune di Bonemerse  e di Gerre de’ Caprioli per aver assolto i propri compiti istituzionali con grande efficacia, concretezza, professionalità e cortesia che gli hanno assicurato la simpatia e l’elogio dei cittadini e degli amministratori comunali per i risultati conseguiti.
Parola di Lode al Commissario Aggiunto Giordani Cesare per la dedizione, l’impegno oltre l’ordinario, la disponibilità e la professionalità dimostrati nella gestione dell’Ufficio varchi elettronici.
Parola di Lode al Commissario Aggiunto Denti Gabriele per la dedizione, l’impegno oltre l’ordinario, la disponibilità e la professionalità dimostrati nella gestione delle fasi di passaggio alla nuova centrale operativa.
Parola di Lode all’Agente Istruttore Sforza Franco per l’intelligenza e la particolare professionalità dimostrata in diverse occasioni nell’adempimento della propria funzione di vicinanza alla cittadinanza quale vigile di quartiere in special modo per l’apporto fornito in fase informativa all’Unità di polizia giudiziaria in occasione dell’arresto in collaborazione con la Questura e la polizia locale di Piacenza che ha portato all’arresto di un soggetto dedito allo sfruttamento della prostituzione.

Al termine della cerimonia una delegazione del Comando si è recata al Civico Cimitero a deporre una corona in memoria dei colleghi defunti.

Galleria fotografica di Francesco Sessa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti