Commenta

Materiale di soccorso consegnato dalla Caritas nelle zone terremotate

DelegazioneCaritasCr

Nel primo pomeriggio di mercoledì 30 maggio è partita da Cremona la delegazione della Caritas diocesana con destinazione Meta Mottella di San Giorgio, in provincia di Mantova, e Finale Emilia, nel modenese, per la consegna di un importante quantitativo di materiale per la costituzione di due campi di accoglienza nelle zone colpite dal terremoto. Si tratta in particolare di 50 reti, 50 materassi, 50 guanciali e 10 tende a casetta da 5/6 posti destinati al paese mantovano da cui era pervenuta la richiesta di 140 posti letto; altrettanto materiale è stato trasportato a Finale Emilia dove sta operando la Caritas modenese. Ai cremonesi è stato chiesto anche di montare il Centro di accoglienza di Finale dove sarà ospitata anche la piccola comunità di suore Orsoline di Gandino (Bergamo): le tre religiose che a Mirandola gestiscono un asilo hanno il convento inagibile. La delegazione cremonese, guidata dal vicedirettore della Caritas diocesana Cristiano Beltrami, è composta dall’operatore Marco Tassini e dai volontari Giuseppe Manfredini di Cavatigozzi e Gianni Gaia di Cremona.

«Stiamo facendo un grande sforzo – commenta Beltrami – il materiale è tutto nuovo e costa 18mila euro. Chiediamo pertanto una mano alle parrocchie e alle persone di buona volontà. Finora siamo riusciti a raccogliere 3.600 euro».

Molti comunque i segni di solidarietà già manifestati attraverso la Caritas Cremonese che al momento precisa di non poter inviare nelle zone terremotate alcun altro volontario, è comunque possibile segnalare eventuali disponibilità per le successive fasi d’intervento.

Continua intanto la raccolta di generi alimentari a lunga conservazione. «La colletta – continua Beltrami – proseguirà per alcuni giorni in modo da riempire almeno un camion che si dirigerà nei luoghi del sisma all’inizio di settimana prossima. Vorrei segnalare il gesto di grande generosità della parrocchia cittadina di Cristo Re, a Cremona, che ha donato 26 scatoloni di legumi».

Aperta anche una raccolta fondi straordinaria in favore dei terremotati: ogni offerta in denaro o generi di sostegno sarà raccolta direttamente presso la Caritas diocesana (via Stenico 2/b a Cremona – tel. 0372-35063) dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30, il sabato dalle 9 alle 12. Donazioni anche attraverso conto corrente postale (n. 68411503) o conto corrente bancario (Iban IT 57 H 05156 11400 CC054 0005161) presso la Banca di Piacenza, entrambi intestati a “Fondazione S. Facio onlus”, causale “Terremoto Emilia” (l’offerta è deducibile fiscalmente).

RACCOLTA DI CIBO E ACQUA NEGLI ORATORI CREMONESI

Anche la Federazione Oratori Cremonesi aderisce alla gara di solidarietà a favore delle popolazioni terremotate lanciando un appello a tutti gli oratori della diocesi per sostenere la colletta della Caritas diocesana.

«Abbiamo sotto gli occhi tutti – scrive don Paolo Arienti, presidente della FOCr, a tutti gli oratori – terribili immagini che provengono da terre a noi molto vicine: Emilia, ma anche basso Mantovano. La terra ha tremato; si sono aperte crepe, ci sono stati morti, diverse comunità sono state segnate dall’incertezza e dalla paura. Abbiamo davanti l’attività estiva dei nostri oratori: giorni di festa e di passione. Abbiamo già lanciato l’Estate di carità, orientata al progetto della selezione preti per la Palestina: onoreremo quell’impegno con attenzione e passione. Ma il cuore delle nostre comunità e dei nostri oratori sa essere anche più grande».

«Uniamo i nostri sforzi – continua don Arienti – e sosteniamo la colletta della Caritas diocesana: ci chiede soprattutto generi alimentari a lunga conservazione e prodotti per l’igiene personale, bottiglie d’acqua, brande e materassi nuovi. Facciamocene carico. Coinvolgiamo le squadre del grest, gli animatori, le società sportive e le associazioni parrocchiali, i genitori e gli adulti. Teniamo viva la memoria e la preghiera. Facciamo quadrato sulla proposta e giochiamo la nostra solidarietà!».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti