5 Commenti

Cremona: l'Irpef sale a 0,65% (era 0,35) L'Imu prima casa va allo 0,5% la seconda casa allo 0,93%

irpef-imu-comune-cremona

L’addizionale Irpef passerà dallo 0,35 allo 0,65, la prima casa dall’importo minimo previsto dal Governo di 0,4%  (4 per mille) passa allo 0,5% mentre la seconda casa andrà allo 0,93%. Queste le proposte che oggi (martedì 5 giugno) alle 15 l’assessore al bilancio e alle finanze del Comune di Cremona Roberto Nolli ha fatto alla riunione di pre-giunta e poi alle 18 ha illustrato alle categorie economiche (lunedì sono già state presentate ai sindacati). Le scelte, che sembrano definitive senza spazi di cambiamento, sono avvenute dopo i tagli già decisi dai vari assessorati senza però toccare nè i servizi, nè il sostegno sociale (che verrà potenziato), nè  i trasferimenti (Ponchielli, Conservatorio, Università). Non verranno toccate neppure le tariffe a domanda individuale, la Cosap, la tassa di Soggiorno e la Tarsu. Nel documento di Nolli viene messo in evidenza come per l’Irpef  (che nel 2013 passerà da 0,35 a 0,65) sia stata alzata la soglia di esenzioni per almeno 9mila cittadini su 14.500 contribuenti. Molte le agevolazioni anche per l’Imu seconda casa: 0,5 per gli anziani, 0,83 per le case abitate da parenti, 0,46 per le onlus. Piccolo sconto anche per i negozi; 0,91%. Ricordiamo che l’Ici sulla seconda casa era dello 0,7%.  Va anche detto che entro il settembre 2013 l’assessore Nolli si è impegnato ad effettuare altri tagli cercando così l’abbassamento dell’Imu o dell’Irpef.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • NO ABC

    Ed ecco quello che già si prevedeva un anno fa, e nei prossimi giorni scoprirete aumenti ad altri servizi:
    Irpef: 0,65% (+333% dal 2010)
    IMU: aumenti su prima casa, seconda casa e negozi/aziede
    multe: +122% dal 2009 al 2011

    DAL 2010:
    Tarsu +15%
    Tariffe mense scolastiche +6%
    Tariffe asili nido +6%
    Tariffe servizi cimiteriali +15%
    Tariffe impianti sportivi +10%
    Canone occupazione spazi e aree pubbliche (COSAP) +20%
    Parcheggi: +20%
    Servizi museali: +10%

    E tutto questo per il continuo aumentare della spesa pubblica…

    • NO ABC

      Come preannunciato:

      CREMONA – sono stati introdotti incrementi anche per le tariffe scolastiche. I costi per le famiglie cresceranno del 10%. Non solo: gli aumenti riguarderanno anche gli impianti sportivi.

      E per l’anno prossimo mancano già 5000000 di euro per ripianare l’ennesimo buco.

  • F.Gentili

    La spesa corrente sale di anno in anno a dismisura,se non cala quella significa che i tagli non ci sono oppure che chi amministra non lo sta facendo in modo corretto. Dopo si può dare la colpa a Tizio o a Caio ma il risultato non cambia i soldi non ci sono perchè vengono utilizzati male e i cittadini pagano di più a compensare.

  • luigi

    Perri verrà ricordato come il sindaco delle tasse….altro che Monti!!!

  • Val

    beh gli aumenti li vediamo tutti, ma i tagli dove sono?? l’aumento al mio stipendio da precaria dov’è?? l’imu e tutto il resto lo devo pagare…ma quando sono disoccupata (spesso!!) i soldi chi caspita me li da?!??!!