3 Commenti

A Mantova multe ai clienti delle prostitute, beccati due casalaschi

lucciole

Multa di 500 euro ciascuno per due casalaschi in cerca di prostitute a Mantova. Negli ultimi giorni la polizia locale ha beccato dodici automobilisti (il più vecchio ha 58 anni, quello più giovane 20) con il finestrino abbassato intenti a contrattare il prezzo. Inasprito di recente, il regolamento di polizia urbana parla chiaro: la contrattazione dall’auto è vietata, punita con una sanzione da 500 euro. Vietato pure proporsi troppo sfacciatamente, in abiti che lasciano poco all’immaginazione. In questo caso la multa per le ragazze, romene, nigeriane e senegalesi, è di 200 euro ciascuna. Il pattugliamento notturno è scattato a metà giugno: all’inizio gli agenti della polizia locale si sono limitati a osservare in particolar modo via dei Mulini, via Verona, viale di Poggio Reale, via Parma, via Legnago, viale della Favorita, poi negli ultimi tre giorni sono passati all’azione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • il profeta

    ma lasciate che la gente scopi in pace, non rompete i coglioni, la prostituzione è una funzione sociale per coloro che hanno necessità di sfogare la loro libidine, andate a scovare i delinquenti che sfondano le vetrine che spaccano le macchinette delle bibite o dei giochi, che razziano le case private,che raggirano gli anziani ecc.

    • Alessandro Tegagni

      Condivido. La proposta seria sarebbe quella di mettere in regola quella professione, e di far pagare loro le tasse. Se la gente vuole ci va, paga e fa quello che deve fare. Deve essere messo in regola. Le multe sono un tampone temporaneo, la gente ci andrà sempre a ragazze.

  • aly

    Pure me hanno battezzato, nella città del torrone, precisamente, e ne vado orgoglioso, tant’è che ho incorniciato la multa, oltre ovviamente a non pagarla, per me è un souvenir..