Commenta

Cucina tipica e liuteria, Cremona incontra Grenoble

auricchio-lena-strada-del-gusto

“Cremona incontra Grenoble”. E’ l’iniziativa di Strada del Gusto e Camera di Commercio di Cremona che si terrà nella cittadina francese il prossimo 7 ed 8 luglio. Organizzate degustazioni di prodotti tipici cremonesi come il Provolone Valpadana, il Grana Padano, il Salva Cremasco, la mostarda, il torrone, solo per fare alcuni esempi e proposti menù cremonesi alla presenza degli chef locali Fabio Triacchini dell’Osteria del Melograno e vice presidente della Strada del Gusto, Sergio Carboni della Locanda degli Artisti e Claudio Nevi dell’Osteria la Sosta, che si sono resi disponibili per la presentazione di due menù tipici accompagnati da vini lombardi.
Grazie alla disponibilità degli strumenti del Consorzio Liutai “A.Stradivari” di Cremona, alla presenza di una liutaia della Scuola internazionale di Liuteria ed alla collaborazione con il Conservatorio di Grenoble, presso il Musée Dauphinois, vi saranno sabato 7 luglio alle ore 17,30 un concerto di musiche barocche e moderne con un gruppo di concertisti che utilizzano strumenti ad arco cremonesi, mostra della liuteria contemporanea a cura del Consorzio Liutai, aperitivo con degustazione di prodotti tipici illustrati da Patrizia Signorini dell’Enoteca Cremona e consigliere della Strada del  Gusto cremonese. Domenica 8 luglio, l’esposizione di violini del Consorzio Liutai Antonio Stradivari di Cremona e la possibilità di ascoltarli e suonarli.
“Semplicemente è marketing – ha commentato Federico Lena, presidente della Strada del Gusto – in uno scambio reciproco di tradizioni ed esperienza. A Grenoble vivono molti italiani il 30% della popolazione, ma vi è anche un bacino di utenza nella Val d’Isére pari a 500.000 potenziali turisti. “Esportare” il nostro patrimonio artistico, culturale, ricettivo e dell’ospitalità con un’offerta integrata, facendo leva anche sul Distretto della Musica e le bellezze paesaggistiche locali, permette al nostro territorio di avere una marcia in più in un mercato molto competitivo”.
Prossime mosse. Il viaggio in città di una delegazione francese per far conoscere meglio la nostra provincia e le sue peculiarità.
“La manifestazione – ha dichiarato Gian Domenico Auricchio della Camera di Commercio – rappresenta una significativa occasione di valorizzazione del territorio e delle sue specificità, con la possibilità di incrementare flussi turistici verso la nostra provincia e di sviluppare i rapporti fra i nostri liutai e gli studenti del Conservatorio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti