Commenta

Bilancio regionale, Pd: "Nemmeno un euro a favore delle stazioni"

Il Consiglio regionale ha approvato, con 42 voti favorevoli e 29 contrari, l’Assestamento al Bilancio 2012. Il Partito democratico con voto negativo ha bocciato la manovra finanziaria decisa dalla Giunta. Grande delusione da parte dei democratici soprattutto per quel che riguarda il finanziamento al trasporto pubblico locale. “Quando in Aula mesi fa votammo la Riforma del trasporto pubblico locale – spiega il consigliere regionale del Pd Alloni – l’assessore Cattaneo si era preso l’impegno, approvando per altro un nostro ordine del giorno, di reperire fondi in bilancio da destinare alla riqualificazione delle stazioni sottolineando l’importanza strategica in quanto punti di snodo ferro – gomma e fondamentali per l’intermodalità. Oggi, invece, sono stati respinti due nostri emendamenti che, sulla base di quella promessa, chiedevano rispettivamente di recuperare 5 milioni di euro a sostegno degli investimenti dei piccoli comuni e 20 milioni di euro per il finanziamento di progetti di riqualificazione delle stazioni ferroviarie, già pronti ma che necessitano di risorse, in modo tale da farle divenire quell’effettiva interfaccia tra le diverse modalità di trasporto così come previsto dalla nuova legge sul tpl”.

Gran parte della discussione in Aula è stata incentrata sull’allarme lanciato dall’assessore regionale Raffaele Cattaneo dovuto al taglio ai trasferimenti statali e le implicazioni per il trasporto pubblico locale. “La preoccupazione di un taglio alle risorse dovuto alla spending review nazionale è legittima ma non può essere declinata in affrettati tagli al trasporto pubblico locale – commenta Alloni – Le stime fatte in questi giorni sono ancora ipotetiche e generalizzate e le ricadute sono ancora tutt’altro che definite. A fronte di questa incertezza è stato presentato un ordine del giorno a firmato da tutti i capigruppo con il quale si rafforza l’impegno della Giunta ad attivarsi nell’incontro che si terrà mercoledì a Roma con il Governo per far si che lo stesso riveda l’ammontare del taglio alle Regioni e venga salvaguardato il trasporto pubblico locale ripristinando immediatamente le risorse. Inoltre nel documento si chiede che a partire dall’anno 2013 i fondi del Tpl siano fiscalizzati, così da garantire il settore già fortemente penalizzato. Il documento non è solo un impegno formale, Alloni precisa: “dopo l’incontro con il Governo, ci aspettiamo che l’assessore Cattaneo ci informi sui risvolti della trattativa sui finanziamenti in modo tale da definire strategie comuni da adottare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti