8 Commenti

Camion e auto in via Beltrami sfiorano muri e pedoni Il video girato dai residenti

http://www.youtube.com/watch?v=xFGzuGwiojc

Sopra, il video dei residenti

Camion che passano sui marciapiedi a due dita dai muri, auto in sosta che restringono la carreggiata, via vai senza tregua di macchine che da piazza della Pace arrivano fino in via Platina. Non c’è pace per una delle strade più belle di Cremona, quel tratto di strada a sassi e beole che è via Beltrami. Il video è realizzato da alcuni abitanti. Siamo in Ztl e isola pedonale per il tratto finale, ma nei giorni di mercato passano inspiegabilmente tutti i mezzi degli ambulanti, sia in entrata e, soprattutto, in uscita dal mercato intorno alle 13. Spesso transitano ad alta velocità, con le ruote sui marciapiedi mettendo a rischio chi vuole uscire dalle proprietà laterali o i ciclisti. Due volte alla settimana passano tra i quaranta e i sessanta mezzi. Perchè? Che senso ha permettere di violare il tratto di isola pedonale all’ingresso della strada da piazza della Pace o rendere inutile la ripresa della telecamera in ingresso da via Platina? Perché per raggiungere via Giordano o via Brescia si deve per forza passare da via Beltrami? L’acciottolato è stato sistemato solo un anno fa, ma si sta di nuovo muovendo. Impossibile regga il peso di simili mezzi. La strada, ammirata dai turisti perchè ha l’aspetto della contrada antica con belle case nobiliari affacciate sulla via illuminata da lampioni in stile Ottocento, diventa ad alto e rischioso scorrimento.
Inconcepibile è anche la sosta consentita nella via già stretta (anche ad assessori che espongono il permesso comunale sul parabrezza e lasciano la vettura anche di notte, non certo per le sedute di giunta) o l’accesso tollerato da piazza della Pace o da via Cerasa da parte di auto, camion, taxi e moto. La telecamera è piazzata solo all’ingresso di via Platina e non  registra chi arriva da piazza della Pace per cui il passaggio è continuo – ed impunito – per tutta la giornata. Perchè non piazzare un varco elettronico che “pizzichi” i furbi che vogliano arrivare comunque da piazza della Pace oppure un dissuasore, una fioriera che impedisca l’accesso, una barriera o altro? I residenti in zona temono che prima o poi succeda qualche incidente ed hanno in più occasioni sollecitato l’Amministrazione a provvedere. Nulla. Possibile che i mezzi degli ambulanti debbano proprio passare di lì, contro ogni logica e, come dimostra il video, contro il codice della strada?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • g

    La colpa di questo traffico è che non ci sono vie parallele a via beltrami che siano a doppio senso, via bell’aspa era a doppio senso, ma ora è a senso unico purtroppo..
    Provate ad andare in auto da zona corso garibaldi-piazza san paolo -s.agostino a via beltrami-via platina…! e’quasi impossibile..!! bisogna prendere corso vitt.emanuele, piazza cadorna, via giordano (sempre trafficata in modo assurdo, per colpa di chi non vuole la strada sud, ndr)
    arrivare fino a largo pagliari e prendere via aporti…!! praticamente più di due km di strada, invece delle poche centinaia di metri che si potrebbero fare… Va completamente rivista la viabilità nel comparto tra via cadore, via melone e corso vittorio emanuele(quindi la zona s.pietro-piazza marconi).

    La prima cosa che farei è rendere a doppio senso il tratto di via melone da via giordano a via cadore… cosi sarebbe anche più facile raggiungere il parcheggio di piazza marconi senza passare da piazza stradivari e via monteverdi…!!!

  • elia

    complimenti al vigile per la professionalità esibita .

  • Annamaria Menta

    EDIZIONE STRAORDINARIA!!! Notati in centro a Cremona (ma anche in zone più periferiche) strani esseri che si spostano senza l’ausilio di ruote e motori a scoppio.
    Si teme siano residui della specie ‘homo pedonalis’, che si sperava estinta da tempo. Questi esseri primordiali si ritiene siano portatori di un temibile virus, lo stesso che in passato ha portato alla formazione delle pericolose ‘zone pedonali’ che hanno messo a rischio la sopravvivenza dei veicoli a motore. Solo interventi mirati hanno scongiurato un possibile contagio da ‘pedonalizzazione selvaggia’.

    A leggere certi commenti verrebbe da ridere, se non ci fosse da piangere.

    Molto probabilmente la colpa di questo traffico è soprattutto di chi pretende di andare in macchina “da zona corso garibaldi-piazza san paolo -s.agostino a via beltrami-via platina”: chiunque abbia normali capacità deambulatorie (e qui mi fermo…) capisce senza sforzo che è più sensato (e comodo) andare a piedi per fare “poche centinaia di metri” invece che “più di due km di strada” in auto. Ovviamente questo ‘sfoltimento’ andrebbe a tutto vantaggio di pedoni, ciclisti e di chi ha REALI difficoltà a spostarsi e DEVE per forza utilizzare un mezzo a motore.

    • Nolli

      Veramente nel video si vedono più che altro camion e furgoni. Dubito che si possa portare la merce in spalle anche solo per qualche centinaio di metri.

    • g

      signora annamaria, io intendevo andare da zona corso garibaldi a via platina col furgoncino per fare le consegne, non per farmi una passeggiata a piedi…!! la passeggiata a piedi me la faccio la sera e posso fare pure 5 chilometri che non ho problemi, io parlavo di portare le merci…!!!!

      • Annamaria Menta

        Mi sembrava sottinteso che lo ‘sfoltimento’ gioverebbe anche a chi deve obbligatoriamente utilizzare mezzi per lavoro (‘particolare’ che ha dimenticato di citare nel suo intervento), tipo l’idraulico che viene a fare riparazioni o il corriere che consegna merci o anche il medico che visita a domicilio.
        Diverso il caso dei furgoni (ma anche altri mezzi) che prendono ‘scorciatoie’ per arrivare a destinazione: nel video si vede forse qualche furgone/camion fermarsi e scaricare/caricare merce? Mi pare di no. E’ la solita abitudine, comune a molti ‘derogati’, di ‘personalizzare’ i permessi di transito o di ‘interpretare’ la segnaletica.

        Se poi vogliamo parlare della consegna merci, allora si apre l’ennesimo ‘girone infernale’, visto che ci sono furgoni (e anche camion, ma di quelli grossi…) che consegnano ad ogni ora del giorno, festivi compresi. Prima di ripensare la viabilità forse sarebbe meglio regolamentare seriamente tempi e modi di consegna/ritiro merci, come hanno fatto in molte altre città.

        • g

          A me ovviamente sembrava sottinteso il fatto di andare da corso garibaldi a via beltrami con un mezzo a motore ovviamente solo per effettuare delle consegne, ci mancherebbe che passassi di li senza dover effettuare consegne in zona.. Però io capisco comunque i guidatori di camion e furgoni che passano di li anche senza dover necessariamente scaricare nella via, in quanto in questa città, dovendo fare consegne a pochi metri di distanza, per colpa di sensi unici pensati molto male, bisogna fare chilometri di girotondo per arrivare a destinazione.. e per chi è costretto ad effettuare 50 e più consegne (come fanno corrieri o padroncini) al giorno, facendo il più in fretta possibile, rischiano altrimenti di essere licenziati, e mi creda che non è una cosa piacevole.. e ammetto che raramente è capitato anche a me di doverci transitare, ma solo di passaggio, per evitare di rimanere IMBOTTIGLIATI in via giordano (finchè ci saranno gli osteggiatori della strada sud, ndr) e zone limitrofe… quindi se il comune non studia al piu breve una soluzione (come rendere a doppio senso il tratto di via melone più vicino a via giordano) o altre ipotesi, le auto e i furgoni saranno costretti a continuare a passare in via beltrami, che effettivamente è una delle piu belle e caratteristiche vie della nostra città..
          saluti

  • ecco un esempio di “zona a traffico limitato” alla cremonese!