Commenta

La storia edilizia di Cremona dall'Unità d'Italia al 1946 sul web Protocollo con l'Archivio di Stato

storia-edilizia-cremona

E’ stato sottoscritto nella Sala Giunta di Palazzo Comunale il protocollo d’intesa tra il Comune di Cremona e l’Archivio di Stato di Cremona per rendere consultabili attraverso Internet le antiche licenze edilizie del Comune di Cremona, rilasciate tra il 1868 ed il 1946, tramite apposito sito web con link di accesso sia dal sito del Comune di Cremona che dal sito dell’Archivio di Stato di Cremona. Per il Comune la firma è stata apposta dal vice sindaco Carlo Malvezzi, per l’Archivio di Stato dalla direttrice Angella Bellardi.

“Nel protocollo d’intesa oggi sottoscritto – dichiara il vice sindaco Carlo Malvezzi – sono definiti gli obiettivi e le modalità di collaborazione tra l’Archivio di Stato di Cremona ed il Comune per valorizzare e rendere maggiormente fruibile il patrimonio archivistico, conservato all’Archivio di Stato, riguardante documenti del Comune di Cremona. Per rendere più semplice la consultazione delle antiche licenze edilizie comunali, rilasciate tra il 1868 ed il 1946, sarà effettuata la migrazione dei dati in un apposito software che ne garantirà, entro la fine dell’anno, l’accesso attraverso internet con link d’accesso sia dal sito del Comune che dal sito dell’Archivio di Stato di Cremona. L’indagine e la conoscenza delle trasformazioni e delle dinamiche dell’antico tessuto edilizio sono fondamentali per la redazione, da parte dei tecnici, di progetti di interventi sul patrimonio edilizio esistente, soprattutto se si tratta di realizzazioni che riguardano il centro storico. Rivestono inoltre importanza anche per effettuare verifiche ed accertamenti da parte degli uffici tecnici del Comune, nonché per le valutazioni degli organi consultivi come la Commissione edilizia e Commissione per il paesaggio.”

“L’accordo con l’Archivio di Stato – aggiunge il vice sindaco – si inserisce a pieno titolo nell’ambito di quelle forme di semplificazione e dematerializzazione delle pratiche edilizie che questa Amministrazione ha da tempo avviato con successo. Si tratta di un processo che sarà concluso entro l’anno e che permetterà dal gennaio 2013 di richiedere il permesso di costruire online. Un percorso intrapreso nella convinzione che il contributo offerto dalle tecnologie digitali rappresenti uno dei fattori più incisivi in termini di efficienza dell’azione pubblica. Da qui la volontà di favorire e sostenere tutte le iniziative volte a facilitare il dialogo tra cittadini e pubblica amministrazione, snellire tempi di attesa, razionalizzare le risorse e rendere virtuosa la collaborazione tra istituzioni.”

“Le strutture dell’amministrazione degli Archivi di Stato – spiega la direttrice Angela Bellardi – sono impegnate nella promozione dell’accesso online al patrimonio archivistico. L’Archivio di Stato di Cremona ha provveduto a riprodurre in microfilm, per salvaguardare lo stato di conservazione dei documenti e per una più agevole consultazione, le serie archivistiche di particolare pregio ed antichità, nonché quelle che vengono utilizzate di frequente, costituendo per alcune serie anche uno specifico data base per la ricerca. Tra le serie riprodotte in microfilm digitale vi sono le antiche licenze edilizie del Comune di Cremona, rilasciate tra il 1868 e il 1946, confluite e conservate all’Archivio di Stato. L’accordo con il Comune di Cremona permette una conoscenza più diffusa, rapida e semplice del patrimonio conservato all’Archivio di Stato, oltre a rappresentare un efficace esempio di collaborazione tra istituzioni presenti sul territorio e che forniscono servizi ai cittadini.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti