Cronaca
Commenta5

Rapina col fucile al Cash&Carry, blitz nei parchi cittadini A Cremona c'è una "questione sicurezza"?

La rapina a mano armata al Cash&Carry ha sicuramente creato scompiglio. Un colpo studiato e pesante consumato alle 19 di sabato sera, mentre il supermercato all’ingrosso di via Bergamo stava chiudendo, da due uomini con il volto coperto dal casco e in mano un fucile a canne mozze, svaniti nel nulla in sella ad una moto di grossa cilindrata con 18 mila euro. Un episodio che si inserisce prepotentemente nel dibattito che sta nascendo in città sulla “questione sicurezza”. Cremona è una città sicura? Blitz nei parchi cittadini, da parco Sartori al quartiere Po al parco del Vecchio Passeggio, episodi di microcriminalità come piccoli furti nei negozi e centri commerciali, sequestri di sostanze stupefacenti e prostituzione (è di qualche giorno fa l’azione della polizia contro episodi di prostituzione in case del centro, culminata con il sequestro di tre appartamenti e denunce a ragazze romene e cinesi).
Il tema è destinato a far discutere e ad entrare nell’agenda politica. L’ultimo intervento del sindaco in materia è stato proprio a Parco Sartori in occasione dell’incontro serale con i residenti allarmati da fenomeni di criminalità nel quartiere. “Ho chiesto un’azione più incisiva – ha detto il primo cittadino -. Se fino ad oggi non abbiamo dato una percezione di sicurezza, ora interverremo con più forza per far fronte alle necessità”. Ancora sul tema, Perri nel corso del consiglio comunale del 16 luglio rispondendo a un’interrogazione del Pd ha dichiarato: “Il Comitato per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza ha preso in esame le condizioni di sicurezza dei parchi cittadini. Al riguardo, il Questore, nel condividere una necessità di coordinamento dei servizi di vigilanza e controllo, ha affermato che, alla luce dei dati statistici non emergono particolari criticità per l’ordine pubblico nelle aree interessate”. Cremona città tranquilla o sempre meno? Lettori e cittadini sono divisi. C’è chi ritiene che in città la situazione stia degenerando e incolpa istituzioni e responsabili della sicurezza di non fare abbastanza e chi giudica episodi come la rapina al Chas&Carry casi eccezionali costellati da operazioni frutto di una sorta di ‘montatura giornalistica’ o di strumentalizzazioni politiche. La questione sicurezza, che ci sia o non ci sia, sembra essere comunque aperta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti