Ultim'ora
7 Commenti

Mobilità, il Comune chiede il finanziamento alla Regione per pali a scomparsa, wi-fi gratuito, risciò e bici elettriche a noleggio

Mobilità sostenibile. Il Comune di Cremona chiede il finanziamento regionale per il progetto Vivilacittà. Un intervento dal costo di 539 mila euro che “mira a ridurre gli impatti ambientali derivanti dalla mobilità urbana e di corona, attraverso azioni integrate e trasversali”. L’80% della spesa verrebbe coperto dai contributi della Regione, il 16% da altri soggetti (51 mila euro da Fondazione Cariplo), il 4% dal Comune di Cremona per 21 mila euro. Regione Lombardia ha approvato il “Programma degli interventi finanziabili a seguito di procedura concertativa-negoziale per l’attuazione dell’Asse 3 – Mobilità sostenibile”. Tra i progetti individuati come immediatamente finanziabili c’era quello del Comune di Cremona che intende presentare domanda formale entro il 31 luglio.

L’intervento prevede: interventi di limitazione al traffico veicolare con l’istallazione di un sistema di Pilomat (palo a scomparsa) affiancati da paline semaforiche che consentono l’apertura degli accessi ai soli soggetti autorizzati al transito, l’utilizzo di centraline web programmabili da remoto per la corretta gestione del sistema, il posizionamento di elementi di arredo urbano, quali fioriere e portabiciclette, “a completamento – si legge nella relazione – della riqualificazione di aree del centro recentemente valorizzate e rese in tal modo maggiormente sicure e fruibili da parte di ciclisti e pedoni”.
Finanziamento anche per l’implementazione del bike sharing, inaugurato nel settembre del 2010 con 4 postazioni, ampliato nel settembre 2011 con altre 8, con 1200 iscritti nella prima fase e 5800 utilizzi. “Alcune criticità sono emerse durante la prima sperimentazione. In particolare la collaborazione con gli esercenti della città ha evidenziato la necessità di dotare il servizio di un sistema di gestione delle iscrizioni e dei noleggi più omogeneo ed efficiente rispetto a quello attuale. Per questo nella fase di sviluppo del servizio, che si realizzerà dalla seconda metà del 2012, si ritiene necessario un ulteriore investimento in attrezzature, software e hardware. In questo modo sarà possibile un preciso riconoscimento degli iscritti attraverso l’uso della Carta Regionale dei Servizi, una gestione più controllata dei noleggi, una lettura più immediata e completa dei dati”.
Nel concreto il Comune prevede entro il 2013 di introdurre postazioni dotate di biciclette a pedalata assistita alimentate con energia rinnovabile, collocate in stazione e nei grandi parcheggi a corona. Altra iniziativa, l’introduzione di un servizio di noleggio risciò a pedalata assistita con o senza conducente, “volto – si legge – a favorire la mobilità sostenibile e lo shopping all’interno del centro”.
Terzo e ultimo punto, l’informazione per le persone in movimento che prevede lo sviluppo di un software applicativo scaricabile da AppStore e Android Market e consultabile da smartphone o tablet, la realizzazione di un sistema di zone a wi-fi gratuito in zone come stazione e parcheggi, e l’introduzione di un sistema di pannelli luminosi per la segnalazione dei parcheggi cittadini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti