Ultim'ora
10 Commenti

Di notte è caos al Cambonino I residenti: "Ora siamo stanchi"

Foto Francesco Sessa

Situazione sempre più difficile da sopportare per i residenti del quartiere Cambonino. Le proteste sono in aumento. Non c’è pace per chi tenta di dormire la notte. Chiasso e schiamazzi fino a tardi dalla strada e dai cortili, anche oltre l’una durante la settimana. A provocare tutto ciò, ragazzini che si riuniscono in gruppetti durante queste serate estive. Diverse sono le segnalazioni arrivate a Cremonaoggi. Chi prova a chiedere di abbassare la voce, di non urlare, incappa talvolta in risposte maleducate e rabbiose. Una condizione difficile, in un quartiere difficile, soprattutto per gli abitanti più anziani. La situazione più critica sembra essere dalle parti di via Panfilo Nuvolone. I primi messaggi sono giunti alla nostra redazione nei giorni scorsi: “I residenti del Cambonino, stanchi, continuano a lamentarsi e sono costretti a scendere per sgridare chi fa pasticcio, ma non riescono a ottenere un minimo di rispetto dal momento che i ragazzini reagiscono spesso con parolacce ed insulti vari”. Nella prima serata di martedì un episodio che dimostra la tensione nel quartiere: intervento di vigili urbani, polizia e carabinieri per riportare la calma a causa della discussione tra un uomo e un gruppo di ragazzi. I giovani erano intenti a giocare a pallone, la palla è sfuggita al controllo ed è finita contro il passante. Quest’ultimo si è risentito ed è cominciata un’accesa discussione con il gruppetto, tanto che l’uomo ha ritenuto necessario chiamare gli agenti della municipale. Del caos notturno e della maleducazione si lamentano molti cittadini della zona. Qualcuno parla ancora di movimenti strani, sospetti, nei garage e di zone-box usate come discariche per rottami. Tutti quelli che decidono di esternare il loro disappunto chiedono ulteriori controlli.

Michele Ferro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti