Un commento

Armi da guerra e marijuana, arrestato carrozziere 36enne

armi-e-mariuana

Una Mauser del 1910 sul comodino col colpo in canna, una mazza ferrata, una baionetta, un fucile, munizioni da guerra e tanta marijuana. Oltre ad un numero spropositato di auto e di pezzi di ricambio. Questo quanto rinvenuto dalla Polizia stradale di Crema e Pizzighettone in una cascina a Soresina. Nei guai G. V. 36enne di Soresina, pregiudicato che è stato tratto in arresto per detenzione clandestina di armi da guerra e di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. L’operazione, nata da un normale controllo della Polstrada nelle officine, ha messo subito in allarme gli agenti: l’officina, una volta regolare, si presentava in modo del tutto fuori da ogni regola: una trentina le automobili sparse all’interno della cascina, dove sono stati rinvenuti anche pezzi di motore accatastati e oli pericolosi per l’ambiente. Da qui è scattata la perquisizione dell’intera area dove il 36enne vive con l’anziano padre e una compagna. Una perquisizione che ha permesso di rinvenire le armi da guerra detenute in modo clandestino, la baionetta e la mazza ferrata e la carabina che l’uomo in quanto pregiudicato non poteva comunque possedere. E come se non bastasse gli agenti hanno rinvenuto pure circa sette etti di marijuana, alcuni già impacchettati e pronti per la vendita, altri in fase di essiccazione, oltre a delle piante della sostanza coltivate nell’orto. Nella cascina vivevano anche due cani: un pit-bull e un pastore tedesco anch’essi vietati a persone pregiudicate, in quanto nella lista, soprattutto il pit-bull dei cani pericolosi. Entrambi sono stati allontanati e portati in canile in attesa di essere adottati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Giovanni Baldesio

    Due cose solo sull’aspetto tecnico delle armi che dimostra una ignoranza spaventosa da parte della polizia (stradale!) o peggio una malafede atta a confondere il cittadino ignorante.
    La mazza ferrata e’ un bastone con infisso quattro chiodi da tapezziere. La detenzione della mazza ferrata e’ illegale , quella pero’ sembra la clava di Fred Flintstone.
    La baionetta, che e’ piu’ di un coltello, sia chiaro, in quanto ha il doppio filo come i pugnali puo’ essere detenuta SOLO con il porto d’armi. Cioe’ si puo’ comprare una baionetta da un armiere, quelli della nostra citta’ le pubblicizzano e vendono, ma bisogna avere un titolo per il porto e/o detenzione di armi. Se invece andate alle fiere tipo Militalia le comprate e buonanotte: e’ illegale. Quella vicina alla baionetta e il fodero, fa paura ma e’ innocuo.
    La pistola non e’ arma da guerra. La definizione di arma da guerra e’ ovviamente data dalla legge ed e’ riservata alle armi che per potere offensivi potrebbero essere in dotazione alle truppe. Ovviamente non e’ questo il caso.
    Ci sono, poi, le armi TIPO guerra che almeno possono usare munizionamento moderno da guerra o sono a raffica. Neppure questo e’ il caso in quanto l’arma ha un calibro 6,35 e il potere offensivo e’ ridotto. Se non sbaglio ci sono munizioni buone della FIOCCHI. A 10, 15 metri, comunque, il tiro puo’ essere poco utile considerando anche che la pistola ha una volata molto corta. E’ una pistola leggera e mi pare fosse portata nel secondo conflitto, gia’ arma vecchia, da qualche SS. Potrebbe essere nelle disponibilita’ della famiglia niente meno che dal tempo di guerra.
    Comunque niente Arma da guerra o arma tipo guerra. Detenzione illegale di arma da fuoco.
    il bossolo che si vede e’ solo scandalo: chi e’ quel militare di leva che non si e’ portato a casa qualche bossolo per il nipotino? La cartuccia, invece, andrebbe vista meglio, per sapere da dove viene.
    Il fucile ad aria compressa se di potenza 7,5J e non modificato puo’ essere detenuto tranquillamente e usato nella proprieta’ privata con quanche accorgimento (e sicuramente NON ammazzare animali). quando si compra non viene chiesto il certificato penale, viene rilasciato un certificato che l’arrestato ha prodotto. Il sequesto del fucile e’ legittimo qualora si supponga la modifica non autorizzata (si cambia la molla, perlopiu’). Si fara’ la prova in banco e si vedra’.
    Chiudendo: armi da guerra, NON ce ne sono, solo detenzione illegale di armi, che non e’ poco.
    Per le forze dell’ordine e magari la DIGOS, ammesso mònitori quello che passa per la Rete: dateci un taglio con ste conferenze stampa. Poca autorita’, nulla autorevolezza, sensazione buona solo per il giornalista sprovveduto che manco ha voglia di fare una ricerca veloce sul materiale che pubblica.
    Per me, parere personale sia inteso, si perde di credibilita’.
    Ah! se volete vedere la pistola e volete comprarla, prima procuratevi un titolo di detenzione legale e poi 200 euro:

    http://ua.armiusate.it/catalogo/242/Pistole/id/154146/Mauser-1910-25-ACP-635-mm-Browning.html