Commenta

All'Arena Giardino le avventure di Mowgli in un musical

il-libro-della-giungla

Dopo la pausa agostana, il Festival di Mezza Estate di Cremona riprende sabato 1 settembre alle 21 con un appuntamento per tutta la famiglia: il musical de Il libro della giungla, tratto dai racconti immortali di Rudyard Kipling. Diretto da Gabriele Bonsignori con le musiche originali di Tony Labriola e Stefano Govoni e le coreografie di Valentina Bordi, lo spettacolo inaugura la nuova stagione (la quarta consecutiva in tour) proprio sul palcoscenico cremonese dell’Arena Giardino di viale Po. Cast rinnovato, per questa nuova edizione, con un Mowgli di eccezione: il giovane Daniele Carta Mantiglia, già protagonista di numerosi musical di successo in Italia (Giulietta e Romeo di Riccardo Cocciante e Peter Pan di Edoardo Bennato, tra gli altri) ed affascinante Principe ne La Sirenetta della stessa produzione, ammirata l’anno passato al Festival di Mezza Estate e tuttora in tour. Accanto a Carta Mantiglia, Marco Gandolfi Vannini (Tritone ne La Sirenetta) nelle vesti di un prorompente orso Baloo. Bagheera sarà intepretata da Claudia Di Filippo, Akela sarà Daniel Greco, mentre l’amatissimo Re Banana sarà Mirko De Pasquale; il temutissimo Shere Khan, infine, vedrà l’interpretazione di Monica Cagliani. Non mancherà un corpo di ballo (con costumi sgargianti) pronto a incantare e a divertire.

Il libro della giungla è un musical creato ad hoc per le famiglie: una messinscena che diverte e incanta il pubblico, invitato ad immergersi nella giungla e «sentire gli animali cantare». La storia è nota a tutti: Mowgli, il cucciolo d’uomo, viene adottato e protetto dalla giungla indiana. Bagheera, pantera saggia, affida il piccolo ad Akela, il capo dei lupi, che ha appena avuto una cucciolata di lupetti: «Crescilo con i tuoi figli. Proteggilo. Insegnagli a vivere nella giungla». Dieci anni dopo Mowgli è ormai diventato grande. Ma Bagheera viene a sapere che Shere Khan, la ferocissima tigre che ha paura solo del fuoco e dei cacciatori, vuole sbranare il cucciolo d’uomo. Per questo la pantera corre dai lupi e dice: «Dobbiamo portare Mowgli nel villaggio degli uomini. Lì Shere Khan non avrà il coraggio di avvicinarsi». Mowgli non vuole allontanarsi dai suoi fratelli lupi, ma Bagheera lo obbliga e gli affida come compagno di viaggio Baloo, l’orso più simpatico e mangione di tutta la giungla. Con lui, Mowgli impara tante cose. Perché la vita nella giungla è davvero bella, allegra e divertente. Anche se i pericoli non mancano. E, infatti, Mowgli, in un attimo di distrazione di Baloo, viene rapito dalle scimmie di Re Banana, lo scimmione che vuole diventare un uomo e che, come gli uomini, desidera scoprire il segreto del fuoco: «Il cucciolo d’uomo lo sa di sicuro e me lo insegnerà».

Il musical (prodotto da SDT Music/Luna di Miele Produzioni) è stato scritto da Adriano Bonfanti (autore tra l’altro di Striscia la notizia, Paperissima, La sai l’ultima?) con la collaborazione di Gigi Reggi, Luigi Albertelli e le musiche di Tony Labriola e Stefano Govoni. Suoni, atmosfere e suggestioni trasporteranno ancora una volta grandi e piccini nella giungla più profonda facendo rivivere le emozionanti avventure di Mowgli a ritmo di musica, proprio come in un family musical di Broadway.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti