Ultim'ora
7 Commenti

"Non si può ridisegnare la Lombardia ad agosto Soprattutto ci vuole buon senso" Nessuna decisione sui nuovi confini alla riunione delle Province lombarde

“Non si può ad agosto ridisegnare la Lombardia e soprattutto lo si deve fare con buon senso”. E’ questo il messaggio uscito dal vertice che a Sondrio ha riunito i presidenti delle Province lombarde per discutere sul riordino degli enti provinciali imposto dalla Spending Review. “Come volontà di Upl (Unione Province Lombarde, ndr) – dice il presidente del consiglio provinciale Carlo Alberto Ghidotti – c’è quello di non fare delle maxiprovince solo per seguire i dettami legislativi nazionali e senza considerare alcuni aspetti importanti. Per esempio, ci sono province che sono soppresse e devono unirsi a altre solo per pochi chilometri e pochi abitanti. Per esempio, a Mantova mancano solo 2 chilometri quadrati per rispettare i vincoli del Governo, che senso ha che non rimanga provincia?”.
Nessuna decisione sui confini, dunque, solo l’individuazione di tempi e difficoltà e la scelta sulle prossime mosse. Una serie di incontri tra rappresentanti delle province lombarde e poi la parola spetta al Cal (Consiglio della Autonomie Locali) che il 20 settembre dovrà formulare una proposta concreta da inviare a Regione Lombardia e dunque a Roma. “Le cose si devono fare in maniera sensata – ha proseguito Ghidotti – La ridisegnazione (sulla quale esprimiamo dubbi per quanto riguarda i benefici economici, ma che dobbiamo fare) deve avvenire sulla base delle similitudini territoriali, sociale ed economiche non sulla base dei numeri”.
Perplessità espresse anche per il nuovo sistema di elezione nelle province che non consente ai cittadini la possibilità di scegliere direttamente presidente e consiglio provinciale. Altro punto importante, Lodi, Lecco e Sondrio hanno fatto ricorso al Tar appellandosi all’incostituzionalità della norma. “Dobbiamo attendere anche le decisioni dei giudici, è ancora tutto in alto mare”, conclude il presidente del consiglio provinciale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti