Ultim'ora
8 Commenti

Divario redditi e tenore di vita, l'allarme per il "nero" tocca Cremona

L’allarme per il nero fa rotta sulla Lombardia. E Cremona è tra le province italiane che hanno peggiorato di più la propria posizione rispetto al 2006 nella classifica sul confronto tra reddito disponibile e stile di vita. Lo scarto è di 42 posizioni. I dati sono del Centro studi di Sintesi elaborati dal quotidiano Sole24ore. La nostra città è 56esima su 103 province e, insieme a Pavia (51esima), Varese (64esima), Como (85esima), Lecco (74esima) e Mantova (64esima), è responsabile del grosso calo lombardo a livello della graduatoria regionale. La Lombardia e Cremona hanno mediamente perso reddito mentre i consumi sono rimasti sostanzialmente simili. Ciò non vuol direa automaticamente che il rischio evasione è cresciuto: in molti casi il reddito risulta superiore ai consumi e le famiglie hanno attinto ai risparmi per finanziare le spese non più sostenute dai redditi. Ma l’indicatore lombardo e cremonese si traduce in un maggior grado di stress del sistema economico che fa accendere alcune spie d’allarme.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti