Ultim'ora
12 Commenti

Sottopasso ospedale: sporcizia, incuria e grande degrado

Foto Francesco Sessa

Un degrado unico. Sporcizia, scritte, resti di frequentazioni notturne, rifugio di senzatetto. Eccolo, fotografato dal nostro Francesco Sessa, il sottopasso pedonale che da via Giuseppina porta davanti all’Ospedale Maggiore. La segnalazione è venuta da alcuni nostri lettori, sempre più protagonisti nel far conoscere i guai della nostra città. Un tempo, quando il filobus o la radiale erano i mezzi principali per recarsi in ospedale, il sottopasso era molto frequentato ed era l’unico modo per i pedoni di evitare l’attraversamento della trafficata via Giuseppina e Largo Priori. Anche per chi faceva i turni di notte, era il modo per raggiungere a passo svelto, il nosocomio cittadino. Poi la soppressione di alcune linee di trasporto pubblico, l’uso sempre più frequente dell’auto ha di fatto reso poco utilizzato il sottopasso. Una volta era talmente frequentato che nel sottopasso vennero aperti alcuni negozi: un bar, una vetrina di abbigliamento e un esercizio di dolciumi. Oggi anche questi ambienti sono stati devastati. Le serrande sono stati divelte e gli spazi commerciali utilizzati per passare la notte, magari bruciando giornali e legno per scaldarsi nelle sere d’inverno.  Siamo stati sul posto, ecco cosa dicono alcuni cremonesi :”…di giorno c’è da aver schifo ad attraversarlo, di sera o di notte c’è da aver paura!”. Ed ancora: “Se è stato costruito significa che una sua utilità dovrebbe averla, ma in queste condizioni…”. Una siognora:” Indubbiamente l’inciviltà di alcune persone la fa da padrone, ma questo è veramente un posto abbandonato da ogni controllo”.

LE IMMAGINI DEL DEGRADO (foto Francesco Sessa)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti