Un commento

Emergenza vespe, pompieri al Parco al Po per la bonifica

vespe

Al parco al Po è scoppiata una vera e propria emergenza per l’invasione di vespe e calabroni, un allarme che ha visto mobilitati vigili del fuoco e vigili urbani. Nel pomeriggio i pompieri sono stati chiamati nell’area delle piscine comunali dove numerosi cremonesi hanno assistito ad una gara di pattinaggio.  La presenza degli insetti, che con la ricomparsa del caldo hanno assediato la zona, ha infastidito non poco i presenti che hanno chiesto l’intervento dei vigili del fuoco. L’area è stata recintata con del nastro dagli agenti della polizia municipale e nelle prossime ore la bonifica sarà completata. Dall’inizio dell’estate sono state molte le uscite per eliminare vespe, calabroni e imenotteri, le cui punture hanno fatto finire al pronto soccorso diversi cremonesi. I casi più gravi sono accaduti in agosto a Spinadesco e a Castelleone. A Spinadesco un ciclista di 45 anni punto da un’ape è entrato in choc anafilattico ed è stato salvato in extremis da un passante e immediatamente dopo dai paramedici del 118, mentre a Castelleone un uomo punto sul collo da un calabrone ha avvertito forti difficoltà respiratorie. Altri casi meno gravi si sono verificati sempre quest’estate a Monticelli d’Ongina e a Cicognolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • bè,un bel problema di sicuro..per fortuna son arrivate a fine stagione.
    ma i problemi del parco po son tutt altro che le vespe ed i calabroni!
    se poi si può chiamare parco una zona spelacchiata con alberi secchi e rifiuti ovuqnue!penso sia piu verde e pulita la montagna che copre la ex discarica di san rocco!