4 Commenti

"Stradivariazioni", presentata l'iniziativa in Casa Stradivari

strad

In un clima di grande intesa e collaborazione, con la luce del cielo sereno che riusciva a penetrare ed illuminare la terrazza interna di Casa Stradivari, si è svolta la conferenza stampa di presentazione delle “Stradivariazioni”.
I vari protagonisti hanno parlato della porzione di eventi da loro promossa, cominciando da Filippo Fasser responsabile del gruppo dei liutai di “Officina Musicale” (Jan Bartos, Bruno Costardi, Luca Gallo e Laura Vigato) che si inserisce con l’idea di “Cremona FUORIFESTIVAL” per collaborare a “rendere la città, in quelle date già ricca di iniziative interessanti e belle, uno spazio allargato, oltre le sedi istituzionali, dove potenzialmente ogni angolo, ogni piazza, ogni cortile, ogni strada possono diventare momenti di condivisione e partecipazione intorno a questo oggetto che amiamo in molti: la viola, il violino. il violoncello e a tutto ciò che gli ruota intorno”.
In particolare i liutai di “Officina Musicale” presenteranno i loro ultimi lavori dal 24 al 30 settembre in via Mercatello 62, angolo via Ceresole e organizzeranno presso il Teatro Filodrammatici per le ore 12 del 27 settembre il “Concerto in movimento per archi e liuteria contemporanea”  per il piacere di assistere ad una “doppia nascita”, quella dello strumento appena uscito dalla bottega dell’artigiano e l’opera appena uscita dalla penna del compositore, entrambi creati per la capacità e sensibilità dell’esecutore.
E’ stata presentata anche la partecipazione dell’ANLAI che si inserisce nel Fuorifestival col concerto del duo Marco Traverso (viola) e Ninni Saladino (violoncello) alle ore 11 del 23 settembre nel cortile di Palazzo Affiatati e con la presentazione dei cataloghi dei Concorsi di Liuteria di Pisogne 2011 e 2012, il 27 settembre alle ore 11 nella saletta Spazio Comune di piazza Stradivari.
Ha poi parlato Daniele Ciaccio in rappresentanza del gruppo di liutai, tutti presenti alla conferenza stampa, che hanno voluto la manifestazione originaria “Stradivariazioni” in stretta collaborazione con l’architetto Giorgio Soldi che ha messo a disposizione la Casa di Stradivari.
Il suo racconto sulla nascita dell’iniziativa e sull’impegno che ha richiesto il portarla avanti, si è arricchito di particolari relativi ad alcuni esecutori che saranno protagonisti dei concerti in programma, della soddisfazione per la qualità delle installazioni “multisensoriali” che dovranno sollecitare tutti i sensi dei visitatori di Casa Stradivari e per gli spazi espositivi degli strumenti dei liutai nelle splendide cantine della casa stessa.
Luisa Carminati, rappresentante dei negozianti del Corso, ha comunicato con soddisfazione che la grande maggioranza dei colleghi ha aderito all’iniziativa e che ci sarà l’impegno per arredare la strada con grandi violini di carta appesi alle linee dell’AEM ed altri più piccoli nelle vetrine dei negozi ed anche per la posa di una illuminazione con lumini, nella serata dell’esecuzione di Pavel Barman che suonerà due violini Stradivari dal balcone della “sua Casa”.
I programmi di “Stradivariazioni”, con l’aggiunta di quelli promossi dai negozianti di Corso Garibaldi, li abbiamo già presentati nei giorni scorsi e non hanno subito variazioni: inizieranno come da programma la sera del 22 settembre nella chiesa di S.Agata col concerto inaugurale che avrà come protagonista il grande Cristiano Rossi al violino.

Giorgio Bonali (Testo e foto)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti