Commenta

Marijuana, nel cortile di un insospettabile una coltivazione

carab  droga

Foto Francesco Sessa

Attività di controllo del territorio, lente puntata su una casa di Volongo e su strani viavai di persone, servizi di osservazione e, infine, alle 18,30 di ieri, il blitz. Risultato: i carabinieri di Ostiano hanno arrestato un operaio 37enne italiano del paese (P.C.), ritenuto insospettabile, per aver messo in piedo un’accurata coltivazione di piante di marijuana in cortile, con una sorta di serra fai-da-te,  ben mimetizzzata e difesa da due cani. Di piante ne sono state sequestrate 14, assieme a un chilo e mezzo di foglie essiccate e tritate praticamente pronte per l’uso, oltre ad hascisc e a polvere bianca (probabilmente cocaina o eroina, si attendono le analisi). L’uomo, che in casa viveva da solo ed è ora a disposizione dell’autorità giudiziaria nel carcere di Cà del Ferro, ha cercato di difendersi parlando di uso personale (è stato anche segnalato) come hanno spiegato i militari dell’Arma in conferenza stampa al comando di Cremona, ma la coltivazione non è mai legale. Pare che gli strani movimenti notati attorno alla sua casa fossero legati a ‘lezioni’ per  la ‘cura’ delle piante. Proseguono gli accertamenti per verificare l’ipotesi spaccio a carico del 37enne.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti