Cronaca
Commenta3

Strade e marciapiedi dissestati I cittadini si lamentano La Giunta: "950 interventi"

Strade dissestate e marciapiedi da rifare. I cittadini si lamentano. Anche Cremonaoggi si è occupata qualche mese fa del problema con un articolo commentato dai lettori che denunciavano buche e rattoppi fatti male. Ecco alcuni commenti. Roby: “Ho avuto un amico ospite per una settimana qui a Cremona ed è rimasto colpito, non solo dalla bellezza di una piccola città, ma anche dalla sporcizia che c’è sulle strade e dagli asfalti veramente pericolosi: ecco cosa diamo ai turisti!”. Marco: “Mi trovate pienamente d’accordo sulla denuncia della pessima qualità dei manti stradali cittadini, ma la responsabilità va data alle ditte che in subappalto svolgono questi lavori e dei quali a distanza di pochi mesi a causa di intemperie e usura viene evidenziata la bassa qualità dell’intervento eseguito e dei materiali utilizzati”.
Ora l’assessore Zanibelli ha illustrato in Giunta gli interventi effettuati attraverso l’Aem nel periodo gennaio – settembre 2012 sull’intero territorio comunale. 950 gli interventi eseguiti su indicazione degli uffici: 570 gli interventi per le asfaltature di strade, oltre 40 quelli per il ripristino di pavimentazioni in pietra, oltre 80 quelli che hanno riguardato i marciapiedi, più di 60 per pozzetti di raccolta delle acque piovane (caditoie e bocche di lupo), e una cinquantina quelli su chiusini posti a servizio delle reti (fognatura, acqua, gas, elettricità).
“Dal punto di vista economico – si legge nel comunicato – l’onere per tali interventi rientra nelle somme stanziate dall’Amministrazione nell’ambito del pacchetto complessivo relativo alla manutenzione stradale e dei marciapiedi. Nel caso di mancato intervento perché le squadre operative non erano immediatamente disponibili, oppure per la tipologia di intervento, AEM ha garantito la predisposizione della segnaletica di sicurezza prima di mettere in atto la procedura per ripristinare il manto stradale o sistemare i marciapiedi”. Sarà. Ai cittadini il giudizio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti