Cronaca
Commenta1

Come sarà la Provincia del Po? 18esima per popolazione con pochi risparmi e pochi reati Bene il reddito pro-capite e l'occupazione

Cremona con Mantova e Lodi. Come sarà la grande Provincia del Po che – allontanato il fantasma dell’incostituzionalità del riordino – sarà operativa dal 2014? Nella mappa tracciata dal Sole 24Ore dei nuovi enti locali, la nuova formazione Cremona-Lodi-Mantova (sempre che dieci comuni mantovani non riescano a passare con Brescia piuttosto di entrare nella Provincia del Po) è 18esima per popolazione su 51 neo enti provinciali (comprese le città metropolitane). Poco più di un milione di abitanti (1.006.703 precisamente), davanti alla città metropolitana Bologna (991 mila 924) e dietro Bat-Foggia con 1 milione e 33 persone. La prima della classe è Roma, seguita da Milano-Monza, entrambe sopra i 4 milioni. Più in basso per densità: con lodigiani e mantovani saremo 25esimi in Italia per numero di abitanti (205,8) per chilometro quadrato (dati 2011), dietro Livorno-Lucca-Massa e Pisa e davanti a Frosinone-Latina. Al top ci sono napoli, Milano-Monza e Roma. Buono il piazzamento per ricchezza con 28 mila 987 euro di reddito pro capite che mette la Provincia del Po al 16esimo posto dopo Firenze-Prato-Pistoia e prima di Como-Lecce-Varese. Per quanto riguarda i risparmi, accorpando Cremona, Mantova e Lodi siamo 45esimi, a sei posizioni dal fondo, con 1110,5 euro depositati in banca da ogni abitante (dati dal 2006 al 2010). Nell’ordinamento attuale spicca la pessima posizione di Lodi che è 86esima, ultima, con 834,9 euro depositati. La prima della classe è Padova-Treviso con 1.820,7 euro. Per tasso di disoccupazione saremo 14esimi: 5,8% il dato da condividere con Pesaro e Urbino, Brescia e Milano-Monza. La provincia più ‘occupata’ è Cunero con 3,6% di tasso di disoccupazione, quella meno ‘occupata’ Lecce con 15,6%. Per reati la provincia Cremona-Mantova e Lodi sarà in basso, 41esima, con 1.237 denunce e arresti/fermi ogni mille abitanti. La prima è Reggio Calabria con 2.008, l’ultima Bergamo con 1.036. Da migliorare il fattore tempo libero. Nonostante la fervida attività culturale di Mantova, insieme a Lodi e Cremona il piazzamento è scarso: 33esimo posto con 4.781,4 spettacoli ogni 100mila abitanti nel 2010. La prima è Roma con 10.996,2, l’ultima Bat-Foggia con 583,1. Per il verde urbano, 22esima piazza con 60 metri quadri a disposizione per abitanti. L’Aquila-Teramo è al vertice con 1.683,3 metri, Imperia-Savona ultima con 2,8 metri.
Infine, la geografia della ricchezza. Il contributo di Cremona-Mantova-Lodi al Pil sarà di 2,16.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti