89 Commenti

Nutria uccisa a badilate: animalisti scrivono al sindaco e denunciano il volontario

perri-nutria

AGGIORNAMENTO – Il caso della nutria uccisa a badilate in vicolo Maurino a Cremona arriva sul tavolo della magistratura. Il Partito Animalista Europeo ha dato mandato al proprio avvocato di denunciare il volontario della Provincia protagonista del gesto. “Maltrattare e causare la morte ad un animale senza alcuna necessità e con inaudita crudeltà – è il commento di Enrico Rizzi, coordinatore nazionale del Partito Animalista Europeo – è un reato punito dalla Legge 189/04 e per questo motivo abbiamo già dato mandato al nostro legale, avvocato Donatella Buscaino, di denunciare colui che si è macchiato di un gesto così ignobile, offendendo il sentimento degli italiani che amano gli animali e vogliono vederli rispettati. Il nostro legale sta anche valutando l’ipotesi di segnalare alla magistratura il comportamento dei due vigili presenti che non hanno fatto nulla per impedire il maltrattamento dell’animale”.

MESSAGGI INVIATI AL SINDACO: ‘VERGOGNATEVI’

Sono numerosi i messaggi di indignazione arrivati all’indirizzo email della redazione di Cremonaoggi su quanto accaduto ieri in vicolo Maurino, dove una nutria è stata uccisa a badilate. In tutte le note si legge la rabbia e lo sdegno dei lettori per l’uccisione violenta dell’animale. Indignazione rivolta al sindaco e al vice sindaco, ai quali si chiede di prendere provvedimenti al più presto. L’uccisione della nutria è stata ripresa in un video pubblicato dall’agenzia Ansa e diffuso sulla rete. “Una scena indecente”, secondo Matteo, “irrispettosa della vita di un animale”, mentre Chiara ha definito “inammissibili” fatti del genere. “Tanta violenza ingiustificata nei confronti di un piccolo animale indifeso e sicuramente spaventato ! Chiedo che vengano presi provvedimenti per punire il responsabile dell’uccisione”. Sempre al sindaco si rivolge Roberta, “indignata per ciò che è successo”. “E’ veramente vergognoso”, scrive la lettrice, “che una persona possa ammazzare così senza cuore una povera nutria indifesa, per niente aggressiva nè gigante come qualcuno ha dichiarato. La nutria è un animale mite e anche timoroso, il video è chiaro, era solo spaventata. Spero con tutto il cuore che prendiate seri provvedimenti. Siamo nel 2012: non possono e non devono esistere più certe uccisioni gratuite. Vergogna !”. “Ma che modi sono questi???”, si chiede Giuseppe. “Che colpa ha quel povero animale, o meglio, cosa ha fatto di così grave per ricevere un trattamento simile???? vergognatevi !!”. E ancora: sdegno da Berta, Carmela e Francesca per il “barbaro episodio”, mentre Letizia auspica che “non avvenga più una cosa del genere”.  “La grandezza di una nazione e il suo progresso morale si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali”, frase di Gandhi che ricorda Daniela, un'”insegnante indignata”. “A Cremona, invece, esiste l’inciviltà e la crudeltà”. Nel pomeriggio, in segno di protesta verso il sindaco, un piccolo gruppo di manifestanti si è presentato in piazza del Comune con uno striscione pro nutria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Stefano

    Ora nascono polemiche sulle nutrie? Che paese di nullafacenti…

    • Alberto

      Ma non avevate niente da fare oggi che andare a protestare x una nutria (animale inutile ) povera Italia !!!!!!!

      • Michele

        E tu non hai niente da fare oggi che scrivere su Cremonaoggi? Bravo “povera Italia”, se per “difendersi” da un animale come la nutria bisogna a prenderla a badilate, tra un po’ per discutere con i vicini bisognerà usare le armi.

        • Alex DeLarge

          il fatto è che hanno provato a dirle di tornare in riva al Po…. ma questa faceva la gnorri…. voleva abitare in centro come i signori…. figuratevi aveva persino la pelliccia di castorino…..

          Era una c@xxo di nutria….. vi piacciono così tanto? portatevene qualcuna a casa, soprattutto adesso che comincia a far freddo….

          Povera Italia!!!!

          • Assange

            Giusto, ci sto.
            Io mi prendo le nutrie e te ti becchi i fanigottoni della Casa dell’accoglienza.

  • francesco

    mi associo al commento precedente aggiungendo che ieri molti operai facchini nei pressi dell’Ikea di Piacenza hanno preso badilate dai Poliziotti e nessuno dice niente. E quando saranno i Poliziotti a protestare per le loro rivendicazioni in C.so Vittorio Emanuele,spero che siano li ad attenderli sutdenti, disoccupati, precari, esodati, pensionati a far loro capire che non siamo carne da macelleria.

  • Alberto

    Ma non avevate niente da fare che andare a protestare x una nutria ? Povera Italia !!!!!!!!

    • politici in galera

      Alberto tu con i tuoi ragionamenti rappresenti l’Italiacane medio, ma vai a cagare …

  • Elia Siacca

    Con l’uccisione a badilate di una nutria in vicolo Marino Cremona ha raggiunto l’apice di notorietà in merito al maltrattamenti degli animali vedi vicenda del canile nella quale degli irresponsabili sopprimevano senza ragione gli animali, e che purtroppo ancora oggi siamo in attesa di un verdetto che a causa della atavica lentezza della magistratura Italica potrebbe risolversi con l’ennesima prescrizione. Il volontario che ha ucciso a badilate la nutria penso che abbia dei grossi problemi, comportamentali che gli hanno impedito di agire in modo umano e razionale pertanto auspico una giusta e celere punizione che sia di esempio e monito al fine di salvaguardare l’immagine della nostra città visto che la notizia impazza sul WEB, presumo che anche i due vigili abbiano delle grosse responsabilità per non avere impedito all’energumeno di sopprimere la nutria in un modo cosi vile e atroce, mi auguro che la magistratura intervenga al più presto e senza indugio.
    Nonostante il codice penale da molti anni tuteli gli animali ancor ‘oggi molti sono i tifosi, vedi anche due parlamentari cremonesi che vorrebbero sterminare le nutrie che arrecano danni alle colture agli argini del po, ecc con ingenti danni economici, allora cosa dovremmo dire della classe politica che da trent’anni affossa l’economia Italiana sia per la loro incompetenza sia anche per i loro continui furti e assalti alla diligenza pubblica ? anche loro meritano delle badilate?
    Elia Sciacca

    • Matteo Maestrelli

      Mi faccia capire;uno deve andare in galera o subire un provvedimento perchè ha ucciso una nutria? cosa c’entrano i politici? Ridimensioniamo il problema e lasciamo che i tribunali si occupino di cose serie (furti,omicidi,truffe) e ben più importanti per la collettività rispetto ad una nutria

    • Il Giò

      SIii ahahha manco i ladri vanno in galera, adesso ci mandiamo i volontari…Ma lassa le de di se stepedade

  • simona

    caro alberto ….”inutile” non credo sia la parola giusta…resta sempre e comunque un animale che va rispettato. E sicuramente non ucciso in questo modo!!! ma come hai detto tu:” povera italia sì….”

  • sandra

    Ringrazio il volontario che ha soppresso la nutria, animale pericoloso per l’ uomo soprattutto se localizzato nel pieno centro della citta’.

    • politici in galera

      io darò un premio a chi ti darà una badilata sulle gengive .

      • amelia

        Concordo pienamente con te! La solita leggenda urbana della nutria pericolosa per l’uomo… in realtà, mai sentito di uomini scalfiti da una nutria. Viceversa decine di migliaia di nutrie giustiziate (con metodi sicuramente civili ed indolori) dai provetti volontari, FORMATI a tal fine. Chi è pericoloso per chi?

      • sandra

        Le nutrie vanno soppresse e il volontario ha svolto egregiamente il proprio dovere. Ancora grazie.

        • amelia

          Questo lo dici tu e la tua opinione è priva di argomentazioni. Lo stesso piano provinciale di controllo della nutria NON ammette le badilate, quindi il volontario formato non ha imparato bene la sua lezioncina (e sicuramente non è il solo). Solo tu ti compiaci nel vedere chi dà le “cannellate” in testa ad un animale che sta scappando…

          • Il Giò

            E allora la prossima volta Amelia ci vai te a fare il lavoro. Lascia il numero di telefono che ti chiamano…

          • amelia

            To’, ecco qua un altro ammiratore del volontario. Guarda, non lo dico solo io che il tipo ha sbagliato, ma lo stanno dicendo i suoi “formatori”, quindi prenditela pure con loro. Stai tranquillo che io avrei saputo far meglio della porcheria che si è vista.
            Comunque prego, vacci pure tu a badilare le nutrie, a me non interessa farlo: non mi hanno mai dato alcun fastidio, non mi hanno mai minacciata e non mi hanno mai rincorsa con un badile.

          • Il giò

            Eh certo signorina…magari vivi in centro te, con le tue belle scarpette lucide. Hai anche il parcheggino riservato?
            Io non è che ammiro il volontario. Se tu non lo sai ai volontari viene dato il famoso kit per uccidere la nutria in maniera “umana”. Te la devi prendere allora con chi sta sopra. Te lo ripeto, la prossima volta che c’è una nutria in un giardino chiameranno te. Così vediamo come te la cavi quando sentirai il battere dei dentini..tac tac tac tac. La potresti prendere in braccio no?

          • amelia

            ULLALLA’…quanti luoghi comuni da maschietto!! Da come parli delle nutrie sembra che sia tu ad esserne terrorizzato! Non sono del centro, amo andare in bici, conosco bene la campagna e sufficientemente bene gli animali rimasti che la popolano. Non ho bisogno di prendere in braccio una nutria perchè è un animale selvatico e non ha bisogno di me. Sono perfettamente a conoscenza del kit ammazza-nutrie e il volontario in questione non l’ha usato: sfiga (sua) vuole che l’abbiano filmato…e chissà quanti non lo utilizzano e preferiscono la badilata immediata o l’annegamento dell’animale direttamente nella gabbia. Aggiungo, a questo proposito,che spesso nella gabbie per la cattura delle nutrie, finiscono altri animali (anche domestici) che poi fanno la stessa pregevole fine. Mai sentito parlare di programmi di sterilizzazione? Informati…e se senti una nutria battere i denti TAC-TAC-TAC…non avere paura: forse ha solo freddo MA SICURAMENTE NON TI VUOLE MANGIARE 🙂

  • Zarathustra

    Il primo commento degno di un blog, questo sotto!
    Finalmente.

    Niente badili, ma la potenza del porfido è dietro l’angolo.
    Meglio le nutrie di banchieri,politici, preti e militari!
    Basta rubarci i soldi dalle tasche.

    Meno Perri, più nutrie!

  • elia sciacca

    un volontario che si presenta con la gabbia e il badile domostra che aveva premeditato di uccidere la nutria ,non oso immaginare cosa succede quando le nutrie vengono catturate a distanza di sguardi indicreti .
    Ma avete visto la faccia del volontario? e le cavolate che ha detto prima di sopprimere la nutria ? andate a vedere il filmato e capirete che livello culturale ha il volontario della provincia Cremonese. MI auguro che venga sospeso immeddiatamente nell’attesa della causa penale.

  • roby27

    son contento che qualcuno abbia denunciato il fatto alla magistratura.esiste una legge sulla protezione degli animali?va applicata,nutria o non nutria..a chi dice che il tizio ha fatto bene a badilarla,ricordo che non siamo nel far west o nel medioevo,dove loro potrebbero vivere alla grande,ma nel 2012!e ricordiamo che i nostri gesti saranno lezione di vita per i nostri figli e nipoti!se ammazzare cosi un animale è un biuon esempio,bè,siete davvero messi male ad educazione!

    • roby27

      ..dimenticavo..anche i “tutori dell ordine”e “della legge”che son stati con le mani in mano facendo finta di nulla,come spesso fanno,devono essere denunciati..altrimenti se ne stavano al bar!

  • Assange

    Le due fotografie affiancate sono emblematiche:
    il sindaco Perri che conta cazzi mezzi, acqua, nutrie e soldi da distribuire all’Opus Dei o all’Azione cattolica che siano ha la faccia meno espressiva di una nutria morta.
    E pensare che quella era la “faccia pulita” da presentare agli elettori per far fuori, come e’ stato, quella pippa che c’era prima e il caravanserraglio detto entourage.
    E per quello che ce l’hanno con le nutrie!
    Sono infinitamente meglio di loro.
    Gli agricoltori hanno qualcuno da incolpare per i disastri che hanno fatto. i tassi dove sono? Le talpe dove sono. Gli uccelli ci sono in specialmodo da lorsignore che i mariti vanno a caccia. I politici oltre che regalare il fondoschiena ai primi soffrono invece che dell’ìnvidia penis di sandra dell’invidia intelligenza,,,
    …e dell’onore. Almeno la nutria e’ morta con onore nel tentativo di sottrarsi alla merda che continuiamo a chiamare umanita.
    Questi qua non crepano mai e quando crepano frignano, strepitano che non se ne puo’ piu’.

    Io voto per le nutrie.
    io preferisco le nutrie.
    Cambio un Perri per 10 nutrie.

  • Beppe Lauritano

    Livello della discussione veramente eccezionale!!
    Non e’ sicuramente bello vedere un animale preso a badilate. Ma ragazzi : diamo una dimensione giusta alla cosa!
    Era una nutria !

    • Beppe Lauritano

      Chiunque tu sia : fulgido esempio di popolo del web !
      Fai il Figo nascosto dietro il tuo nickname sBrodolando qualunquismo … Un eroe coprofago
      W il badile

      • Beppe Lauritano

        Bravo
        Ciao

  • IL GIORNALE DI NOI DI CREMONA…………………………..
    Senza dubbio è il modo barbaro con cui è stata uccisa la nutria, che, man mano aumenta il volume dell’animale, vien sempre più assimilato a noi umani; non dico il video, credo nemmeno una riga fosse stato ucciso così un topo, un ragno, uno scarafaggio, per non parlar di zanzare, e insetti che capitano loro vicino, che vengono tranquillamente bruciati vivi…………..
    E agli sbandieratori della propria idea, solo perché è la propria, dovrebbe dar da pensare che se la nutria arriva in pieno centro dopo i danni alla campagna, il problema del numero eccessivo c’è, e grande.
    Ma ciascuno rimanga della propria idea, e la difenda con ogni mezzo, anche in Tribunale, che non avendo nulla da fare provvederà immediatamente.
    E’ invece inaccettabile per me, senza discutere, che si trasformi sempre l’occasione del blog donata da http://www.cremonaoggi.it, invece che nel luogo di naturale scambio di idee, in una palestra di insulti da curva sud: giudizi anche impietosi, critica, satira e sarcasmo, quasi nulla di tutto ciò, insulti e basta.
    Risultato prevedibile, come la moneta cattiva scaccia la buona, così http://www.cremonaoggi.it diventerà il luogo di riunione dei palestrati dell’insulto.

    Cremona 04 11 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • roby27

      ha ragione il cozza..è giusto esprimere le proprie opinioni ma senza trascendere nell offesa o addirittura alla minacce!alla fine chi fa cosi si mette sulla stessa linea del tipo che ha ucciso la nutria..

  • grazie roby27, facciamo di tutto per trasformare http://www.cremonaoggi.it nel giornale che manca a Cremona!

    • roby27

      di nulla..non siamo stati sempre d accordo sulle nostre opinioni,ma almeno siamo civili…è ovvio che un pò di animosità è il pepe al confronto,ma è cmq brutto leggere minacce od insulti..anche se a volte cè chi se li cerca eh..ehehhe

  • Astolfo

    … un volontario dovrebbe essere formato alla cattura. Un volontario come quello che ha badilato la nutria potrei esserlo anch’io. In fondo non ci vuole tanto. E’ il principio che è sbagliato, fosse o meno una nutria. E’ il principio Torchiano del genuflettersi, e sempre, alle logiche degli agricoltori. Gli stessi che hanno abbattuto i filari di piante per far spazio a più campi, gli stessi che come qualcun’altro ha detto, hanno ammazzato le talpe, avvelenato i fossi, scacciato i gufi, sparato ai volatili autoctoni. Il principio che un problema va risolto in maniera drastica. E’ come se, col mal di denti io andassi dal dentista e il dentista, dopo aver provato a svolgere il proprio lavoro seguendo tutti i crismi della professione, decidesse infine di cavarmi un dente con una tenaglia poiché il fine giustifica i mezzi. L’uccisione della nutria denota la bassissima professionalità di quel volontario. Denota lo scarso senso di civiltà che abbiamo maturato nel corso degli anni. Non difendo la nutria, difendo il principio: che di quei danni, la politica in primis, è responsabile. Che la natura la plasmiamo noi. Che gli agricoltori si mettessero per una volta un po’ a posto le idee rispettando la natura. Che la politica facesse altrettanto. Anche agli animalisti dico che non serve a nulla l’insulto. Le battaglie si vincono con la testa. Quella nutria poteva essere allontanata e sterilizzata. Una grossa campagna di sterilizzazione darebbe, nel giro di pochi anni, risultati prodigiosi. Ma è meno costoso un badile. E’ più semplice la scelleratezza dei tanti politici che ci rappresentano. Più semplice la guerra alle nutrie che non è la causa, ma la conseguenza dell’impoverimento del nostro territorio. Che il volontario torni a fare altro. Pulizia dei fossi e dei canali, raccolta di cartacce in golena. Altrimenti se ne stia a casa sua, a curare i fiori al balcone. Questo si può chiedere con forza. Al tribunale come alla politica.

  • elia Sciacca

    condivido astolfo, ma il volontario dovrebbe essere cacciato immediatamente e la provincia denunciarlo per maltrattamento premeditato dell’animale,infatti si era presentato in vicolo marino con la gabbia e il badile, per catturare la nutria spaesata e intimorita che quando è scappata correva talmente piano a dimostrare che era un povero animale debole e indifeso ,nell’attesa che la Provincia o gli Agricoltori diano la medaglia al volontario, per la millesima nutria assassinata, aspetto che la magistratuta sonnolenta cremonese batta un colpo.

  • aldo

    SOLIDARIETA AL VOLONTARIO…

    • politici in galera

      POTRESTI DARGLI UN ASSEGNO DI TASCA TUA PER LA BADILATACHE IL VOLONTARIO FUORI DI TESTA HA DATO SU UN’INERME CASTORINO, PARDON [NUTRIA CHE DEVASTA I RACCOLTIDI VOI AGRICOLTARE CHE VIVETE UNA VITA DI ASSISTENZA DA PARTE DELLO STATO ]

  • Orso Bubu

    Leonardo Da Vinci scrisse:

    “L’uomo ha grande discorso del quale la più parte è vano e falso, li animali l’hanno piccolo ma è utile e vero; e meglio è la piccola certezza che la gran bugia.”

  • sandra

    Volontario abbatte nutria 1 a 0.

    • amelia

      Vi piace proprio vincere facile, eh? Bella fatica!

  • cristina

    spiace dirlo ma voi tutti che si spacciate animalisti e che non vedete l’ora di attaccare briga per storie come queste non CAPITE proprio un bel niente:
    1) la nutria e’ un animale pericoloso, fa molti danni e trasmette molte malattie ad altri animali e all’uomo, provate a beccarvi un morso da una nutria e poi vedete;
    2) una nutria in vicolo maurino!! siamo messi male! l’unico appello che si puo’ fare al sindaco e’ che faccia ogni sforzo per mantenere la citta’ piu’ pulita;
    3) la nutria non e’ un animale autoctono, e’ americano se non sbaglio ed e’ stato introdotto per la sua peliccia per fare le famose pelliccie di lapin tanto moderne tempo fa, e poi come spesso capita e’ stato liberato cosi’ ha cominciato a scorrazzare per le campagne e argini di po (ricordate bene che e’ della famiglia dei castori) seminando disastri
    4) la colpa e’ sempre degli agricoltori! NO!! non e’ vero, gli agricoltori non c’entrano stavolta, ne subiscono i danni! vedi argini distrutti e mandrie contaminate!
    Dispiace sentire di un animale barbaramente ucciso, e’ vero si poteva catturare, comunque le nutrie sono troppe e se girano per la citta’ beh questo e’ un serio problema di igiene.

    • amelia

      Un bell’esempio di chiacchere a vanvera, informazioni scientifiche degne del miglior “Kazzenger”:
      1)in Italia esiste una legge che identifica gli animali pericolosi, e fra questi, almeno fino ad oggi, non compare la nutria. Comunque per beccarsi un morso da una nutria bisogna rincorrerla, acchiapparla ed a questo punto mi pare ovvio che tenti di difendersi. LA NUTRIA NON AGGREDISCE SPONTANEAMENTE L’UOMO NE’ ALTRI ANIMALI. Non è provato dagli ambienti scientifici che la nutria diffonda la leptospirosi (a differenza del ratto). A questa bufala si crede solo a Cremona. Tutti gli animali selvatici (anche le lepri tanto care ai cacciatori) possono ammalarsi ed in alcuni casi potrebbero portare malattie trasmissibili all’uomo: li sterminiamo tutti, magari a badilate?
      2) La nutria in città non è segnale di sporcizia: è solo un animale selvatico che per sua sfortuna è capitato nel posto sbagliato (l’animale del video non era neanche pienamente adulto). Il degrado di una città si vede da ben altri segni(ad es., rifiuti d’ogni genere sparsi in giro da bipedi apparentemente pensanti).
      3)Chi ha introdotto la nutria e chi l’ha allevata? I panettieri? I carrozzieri? Gli impiegati? Le prime nutrie sono state propinate ad agricoltori che poi, non riuscendo a venderle, le hanno liberate senza pensare alle conseguenze. Comunque, nutrie e castori non sono della stessa famiglia, vediti testi di zoologia.
      4)Dove vedi le mandrie pascolare nei campi in padania? Dimmelo perchè mi interessa…Rileggiti il mio punto 3: secondo te chi le ha liberate le nutrie? Comunque gli eventuali danni da loro provocati finisce sempre per pagarli la collettività (che, quella si, non c’entra nulla). Il tipo di interventi attuati finora per contrastare la nutria non ha dato alcun risultato concreto, anche se ne sono già state ammazzate a migliaia.

      • Astolfo

        Cristina, ti ha già risposto Amelia per quel che riguarda le tue affermazioni, per buona parte errate o non corrispondenti ai fatti.
        Ti consiglio una buona lettura, dopo la quale ti potrai fare un’idea più precisa sulla materia.

        http://www.abolizionecaccia.it/notizie/approfondimenti/nocivosaraitu/dossier-nutria.html

        Come già detto non sono un difensore della nutria, ne animalista integralista. Ma non credere alle panzane di chi, dopo aver causato il problema (quando furono introdotte si pensava a far soldi: numerosi furono gli allevatori che videro nel ‘castorino’ un mezzo per far soldi salvo poi liberarsene) ora piange. Tra quegli allevatori non c’erano operai di fabbrica, ma tanti imprenditori agricoli. Intanto che ci sei datti pure un’occhiata agli animali predatori della nutria: sono parecchi. Quanti ne restano nei nostri campi? Nessuno. E su questo puoi dire quel che vuoi, ma le responsabilità di tanti agricoltori è evidente. Se non siamo in grado di preservare l’ecosistema ed il suo equilibrio è inutile che ci piangiamo addosso. A meno che tu non credi che tutto si possa risolvere a colpi di badile…

        • cristina

          No non si risolve tutto a colpi di badile, non si risolve di certo cosi’ il problema delle nutrie pero’ fatti un giro sugli argini o controlla i fossi lungo le strade ….sono trivellati!! Già che la manutenzione degli argini è scarsi per ovvi motivi mettici pure un bel bucchetto e poi vedi cosa succede alla prossima piena! Date pure la colpa di tutti agli agricoltori: l’inquinamento, lo sfruttamento e l’uccisione di animali ecc ecc e dopo godetevi nel piatto delle belle robe cinesi!! Magari carne di nutria! 😀

          • Astolfo

            … Cristina, io vivo a 100 metri dall’argine maestro della provincia cremonese. Non fosse altro le cose le vedo. E’ vero, si parla per categorie per semplificare ma non tutti gli agricoltori sono colpevoli. Lo sono coloro che utilizzano ogni schifo possibile per far fruttare la terra, lo sono coloro che autorizzano, o vendono, o fanno costruire sui propri terreni impianti devastanti. Fatti un giro a Piadena e gustati l’immensa distesa di pannelli solari ove prima erano campi e poi dimmi se questo è quel che vogliamo per il territorio. Sono colpevoli gli agricoltori che, per far spazio alle colture intensive hanno sacrificato tantissimo patrimonio arboreo indispensabile alle nidificazioni anche dei predatori della nutria. Colpevoli coloro che si sono fatti ammaliare dal miraggio del guadagno facile col castorino che poi – visti i costi per liberarsene in maniera lecita – lo hanno liberato nei campi. Colpevoli coloro che hanno distrutto un ecosistema nel loro piccolo, giorno per giorno. I ‘cementificatori’, come li chiami tu, hanno fatto il loro sporco lavoro. Gli agricoltori si sono dati una badilata sui coriandoli salvo poi, adesso, piangere per le nutrie. Che – come ti ripeto e come continui a non vedere – non sono causa, ma conseguenza. Giro, col mio cane, in golena. Ho incrociato nutrie sulla mia strada. Basta non avvicinarsi, stare loro a debita distanza e non spaventarle. Non si avvicinano mai se non si sentono in effettivo pericolo, e tendono a nascondersi. Non ho mai letto nelle cronache, di qualcuno morso da una nutria e qualche giornale lo leggo. Non è tutta colpa degli agricoltori ma hanno – grandi pure loro – le loro responsabilità. Che sono, eticamente, peggiori delle responsabilità di altre categorie. Perché il palazzinaro rubava terra per costruire case, ma per lui la terra era solamente metratura per cementi armati e null’altro. Il contadino rubava il suo futuro per quanto detto sopra e – spesso – per il miraggio di due lire in più. Rubava a se stesso, violentando qualche volta la sua terra con tutti i bei prodotti che ti ritrovi nel piatto. Non so come sia la nutria al forno con patate, non ho alcuna intenzione di provarla. E poi, a me le nutrie non han fatto alcun male. Inoltre non amo la cucina orientale. Ma sei davvero sicura che quel che mangi sia meglio? Quel che penso su questo episodio è che sia l’ennesima dimostrazione di una concezione tutta italica della risoluzione dei problemi: da ignoranti prima li causiamo, poi troviamo le scorciatoie per tentare di porvi rimedio, infine consideriamo eticamente corretto il nostro modus operandi. Un badile è un sistema rapido d’azione. Magari – torchianamente parlando – si potrebbero organizzare schiere di volontari armati autorizzati alla mattanza in campagna. Una cartuccia di fucile costa sicuramente meno di una campagna per la sterilizzazione. Che sia eticamente corretta e civile però non riuscirai mai a farmelo pensare…

      • cristina

        nel mio intervento non ho offeso nessuno, Kazzenger sarai te!
        Non sai neanche chi sono gli agricoltori, semmai tu parli di allevatori! Basta avere un capannone per allevare qualsiasi animale, bene quello NON è un agricoltore! Agricoltore è chi lavora la terra e con i suoi frutti eventualmente alleva animali! Sicuramente le nutrie le hanno liberate in campagna aperta dove nessuno li vedeva. Se volete date pure la colpa agli agricolori dei pesci siluri che hanno rovinato la fauna ittica in Po!
        Comunque un animale smarrito o ferito che sia è sempre pericoloso, non c’e’ prova scientifica che tenga, non puoi prevedere il comportamento di un animale compresi cani e gatti. In vicolo Maurino c’e’ il consultorio dove vanno spesso le neo-mamme con i loro neonati, se una mamma veniva morsicata dalla povera nutria, bene quella mamma non avrebbe piu’ potuto allattare il proprio figlio perche’ per precauzione avrebbe dovuto sottoporsi a una cura antibiotica. Gli argini di Po e i fossi di scolo lungo le strade sono martoriate di tane di nutria, tempo fa un agricoltore si e’ ribaltato col trattore ed e’ morto perche’ non ha notato la tana e la terra ha franato al passaggio della ruota. Se ti attraversa la strada una nutria di certo non va a finire bene. Anni fa ho salvato per un pelo il mio cane circondato da nutrie non proprio simpatiche. Vi piacciono così tanto? Tenetevele a casa vostra!!

        • ex dipendente comunale

          cara Cristina ho lavorato all’asl per oltre 30 anni e non ho mai sentito una volta ripeto una volta che una nutria abbia morsicato un bambino o un adulto Cristina prendi qualche calmante ti stai arrampicando sugli specchi e stai difendendo troppo gli agricoltori che ne hanno fatte di ogni, devastando l’ambiente con danni irreparabili e ricordati che l’agricoltore che era morto a cui faccio le mie condoglianze ,non sarebbe morto se avesse avuto il trattore con il tettucio a norma.
          Cristina non sei credibile ti conviene tacere non sei credibile

          • cristina

            devastando l’ambiente?????? ma te cosa mangi???? Sai chi devasta l’ambiente?? chi cementifica!!! e chi continua a dargli il permesso di farlo!! e chi si spaccia per agricoltori montando impianti di biogas bruciando CIBO per fare energia!! e ve la prendete così per una nutria e tacete per tutte le “cavolate” che fanno i politici sotto gli occhi di tutti!!

        • amelia

          Cristina, sei stata tu ad offendere dicendo che gli animalisti non capiscono niente, poi hai usato argomenti che dimostrano la tua incompetenza. Non rispondo più alle tue affermazioni perchè altri interventi lo stanno facendo (vedi di rileggerti tutti i commenti e i consigli per gli approfondimenti). Due precisazioni: Kazzenger non è un epiteto ma il nome ironico inventato da un attore satirico per evidenziare notizie prive di scientificità (come quelle che hai usato tu). Riguardo la qualità dei cibi che ci propinano i nostri agricoltori -allevatori, stendiamo un velo pietoso (pesticidi, mangimi di dubbia composizione, allevamenti intensivi,ecc…tutta roba buona…).

    • tootsie

      lapin = coniglio… dubito che darwin possa risorgere apposta per cambiare i connotati a una nutria e trasformarla in leporide, solo per far piacere magari alle tante donnette di castorino vistute, o visto l’andazzo del quanto e cosa sparso sui terreni dagli allevagricoli per garantire le rese, che strada facendo ci sia stata una grande moria delle vacche, punto, punto e virgola e massì, abbondiamo, due punti causa assalti di ‘mandrie contaminate’ da nutrie… da quanto tempo gli argini di qualunque canale, e fossi e/o ‘rogge’, non vengono puliti?

      • cristina

        è vero ho sbagliato, intendevo pelliccia di castorino, se vuoi dammi pure una badilata, però non era necessario scomodare darwin! 😀

    • politici al rogo

      Cristina mi fai pena.

  • Idelfonso

    La nutria (Myocastor coypus Molina. Questa specie è originaria della parte meridionale del continente sud-americano.Nei primi anni del XIX secolo si sviluppò una richiesta della sua pelliccia (detta appunto “pelliccia di castorino”) e si decise di creare allevamenti intensivi di questa specie per scopi commerciali. Alcuni individui fuggiti da queste aree o introdotti deliberatamente per poter generare popolazioni ferine si stabilirono in molti stati tra cui l’Italia, ove la diffusione ha subito un notevole incremento negli ultimi anni espandendosi nella pianura padana. LA NUTRIA inserita nell’Elenco delle 100 specie invasive più dannose al mondo.
    Io, come la stragrande maggioranza delle persone (per fortuna) condivido l’idea che quella specie deve essere annientata, la nutria oltre a portare la leptospirosi, causa enormi danni all’agricoltura. Oltre alle Nutrie, bisognerebbe parlare anche del GAMBERO KILLER…. Come sempre, ripeto sempre, l’uomo è la causa di tutto….

    • Er nutria

      Vediamo di essere precisi. Se parliamo del caso della pianura padana, l’attuale presenza della nutria è dovuta ad introduzioni avvenute negli anni ’80/’90, in seguito ad una iniziativa “truffaldina” di alcuni “faccendieri” che fecero credere ad allevatori improvvisati e sprovveduti che la vendita delle pellicce fosse un facile e lucroso affare; in realtà in Italia non c’era alcun mercato per la pelle di “castorino” (nome fittizio inventato per indorare la pillola al consumatore), ed alcuni
      dei truffati finirono per rilasciare in natura i capi allevati.
      E’ vero che il grosso e prolifico roditore ha provocato scompensi ecologici ed anche danni economici, non è vero che diffonde la leptospirosi: le analisi hanno dimostrato che c’è una certa percentuale di animali “positivi” (cioè, che hanno gli anticorpi determinati dalla leptospira, del resto condividono l’ambiente con le pantegane che invece la diffondono), però non si sono trovate le leptospire “vive” nei reni, e quindi, almeno finora, non si è dimostrato che le nutrie sono portatrici abituali della malattia, mentre invece si sa che i ratti possono essere “portatori sani”, e quindi diffonderla.
      Forse sarebbe bello se l’uomo, dopo aver introdotto in un territorio specie esotiche che ne devastano gli ecosistemi, potesse munirsi di bacchetta magica e ripristinare la situazione originaria. Purtroppo non è così facile, riparare certi errori è piuttosto complesso e comporta anche ingenti costi economici. Mi sembra di ricordare che un parlamentare locale abbia promosso lo stanziamento di cinquecentomila euro per attuare iniziative rivolte al “controllo” della nutria; questa cifra, apparentemente ingente, soprattutto in tempi di “spending review”, è comunque assolutamente insufficiente per poter aspirare alla eradicazione della nutria, anche nella sola pianura padana. Gli abbattimenti “parziali”, come quelli promossi in questi anni sul nostro territorio, lasciano veramente il tempo che trovano (rapporto costi/benefici veramente insoddisfacente) e non hanno prodotto alcun risultato significativo, visto che in breve tempo le nutrie residue sono in grado di riprodursi rimpiazzando i “caduti”. Il sostanziale fallimento della lotta alla nutria, così come è stata condotta negli ultimi anni, mi sembra dimostri che questo è un problema da affrontare in modo diverso, evitando di farsi prendere per i fondelli da chi, per convenienza politica o incompetenza, si fa bello sulla pelle di questi incolpevoli animali proponendo soluzioni improbabili (e, a mio parere, moralmente inaccettabili).

      • valerio

        Hai perfettamente ragione. Infatti dovrebbero agire sulle loro tane che se non vengono distrutte in breve tempo vengono colonizzate e siamo da capo. Nelle nostre campagne è in corso una mattanza legale (anche se i criteri della legge a volte non vengono rispettati, meglio il badile della gabbia) ma ricordatevi che la legge è regionale e la provincia solo esecutrice.

        • Er nutria

          Non c’è una legge regionale che imponga l’uccisione delle nutrie. In altre province il problema non è sentito come da noi, dove è stato montato a dismisura dalla stampa locale ed ha sùbito trovato paldini che si sono eretti per difendere la collettività dall’ “immondo topastro”. Da noi vengono abbattute sulla base di un “Piano di controllo” promosso, progettato ed attuato dalla Provincia (che ne ha facoltà, ma non obbligo, sulla base della norma regionale), nel quale vengono stabilite quali modalità di soppressione sono ammesse e quali no (e questo anche nel rispetto delle normative nazionali che impediscono il “maltrattamento” degli animali). Chi agisce al di fuori delle prescrizioni del “Piano di controllo” provinciale si sottopone quindi alle sanzioni previste dalla legge.

          • valerio
          • Er nutria

            Come ti dicevo, se guardi il testo di legge che hai linkato, la Regione non obbliga gli Enti locali ad agire, ma ne regolamenta l’eventuale azione. I Piani di controllo sono predisposti spontaneamente dalle Province; quelli della Provincia di Cremona sono stati attuati seguendo le indicazioni della Legge Regionale, che non sembra ammettere la badilata (vedi art. 3) fra i metodi di soppressione.

  • politici in galera

    cara cristina, il problema di igiene nascerà quando la citta come le periferie sarà invasa dai preservativi usati, non dalle nutrie, e ricordati che non c’è essere più pericoloso degli uomini coglioni tipo volontario addestrato a uccidere dalla provincia ente istituzionalizzato che adesso dopo aver autorizzato lo sterminio e impiegato oltre 70.000 euro per i trapper si straccierà le vesti e dirà che lei non centra nulla, il solito copione Italico ,ho sritto a striscia la notizia e probabilmente venerdi prossimo dovrebbero venire a cremona con edoardo stoppa, vieni in piazza anche te e vedrai che saranno tantissimi coloro che grazie al cielo non la pensano come te

  • elia sciacca

    politici al rogo anch’io ieri ho scritto a striscia la notizia chiedendo l’imtervento di Edoardo Stoppa ci vediamo alla manifestazione.
    ciao Elia

  • elia sciacca

    per comoscenza riporto quanto dichiarato dal Partito Animalista Europeo.

    Non esistono casi documentati di malattie che siano state trasmesse dalla nutria all’uomo o agli animali domestici. La nutria non rappresenta pertanto alcun pericolo dal punto di vista igienico-sanitario, né ha un particolare ruolo nella trasmissione e diffusione di malattie.

    ” L’abbattimento di questi poveri animali è solo un pretesto per poter autorizzare la caccia durante tutti i mesi dell’anno ad una specie che di fatto non è cacciabile e pertanto protetta dall’attuale normativa sulla caccia. L’Assessore Pinotti rappresenta benissimo il politico di questi tempi. Lo stesso infatti ha autorizzato questo ignobile sistema solo per attingere voti dall’elettorato venatorio ” – è il commento di Stefano Fuccelli, Presidente Nazionale del Partito Animalista Europeo.

  • FATTI DI SANGUE
    Sulla Provincia, quotidiano eccetera: la nutria uccisa con il badile, un caso da Procura. Foto, interviste, pareri, manifestanti con striscione nel cortiletto del Comune, appello al sindaco Pivetti perché consegni il colpevole, che fa seguito al pronto intervento degli on line del giorno prima, in tempo reale, video sull’Inviato di Roberto Bettinelli, cento messaggi di protesta a http://www.cremonaoggi.it, centinaia al Vascello, zuffe tra favorevoli e contrari, a badilate dovrebbero prendere te, insomma, i consueti battibecchi tra gentiluomini, che un tempo dovevano accontentarsi dei bar e delle strade, oggi possono dimostrare quanto son bravi a scrivere e ragionare.
    Poche ore dopo hanno ammazzato a pistolettate un Carabiniere cremonese in pieno centro di Lodi: indagini e cordoglio di prammatica.

    Cremona 05 11 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • Elena

      Credo che sicuramente quando arriverà l'”Uomo della Provvidenza” Edoardo Stoppa ci saranno tantissime persone, per le quali la priorità assoluta sarà apparire. Vedendo tutti i commenti qua sotto, condivisibili e non, mi rendo conto del perchè L’Italia non merita niente di più!!!!!

  • MAMMA MIA

    QUANTI COMMENTI PER UNA NUTRIA….
    MA BASTA!!!!!!
    NELLA VITA C’è ALTRO…

    • Er nutria

      Se l’argomento non ti interessa, che ci fai qui? Nella vita ci sono anche la briscola, lo shopping, il callifugo, le droghe leggere, le parole crociate, ecc. ecc. ecc., sei liberissimo di occuparti e di chiacchierare di quello che più ti piace senza rompere i maroni agli altri che, liberamente, discutono di ciò che li aggrada.

      • MAMMA MIA

        mi diverto a leggere e commentare cose INUTILI…
        non esite che ci siano 70 commenti per una nutria (purtroppo anche il mio….)
        vedo che è informato su attività della vita!!! CONTINUI PURE A FARLE (le droghe leggere poteva lasciarle stare)
        stia tranquillo e sereno…
        pace e bene

        • Er nutria

          Se ti diverti così buon per te, hai dimenticato di aggiungere che che ti piace anche DIRE cose inutili; prima di deliziarci con i tuoi commenti però, per evitare di far la figura del poveretto, faresti bene a cercare di capire di cosa stai parlando.

          • mamma mia

            è vero:
            mi PIACE DIRE COSE INUTILI E FARTI PERDERE TEMPO.
            RISPOSTA 2:
            SI PARLA DI: Myocastor coypus
            RISPOSTA 3:
            FORTUNATAMENTE NON SONO POVERETTO
            PACE E BENE

          • mamma mia

            dimenticavo:
            tòla sò dulsa

          • Er nutria

            L’avevi già detto in italiano, non c’era bisogno di tradurre anche in dialetto; oltre che superficiale sei anche ripetitivo… comunque non ti preoccupare, perchè sono tranquillissimo.

          • SANTO VANGELO

            chi mi rimborsa il dannno al paraurti causato da una nutria che ha attraversato senza guardare?

          • MAMMA MIA

            CHI MI RIMBORSA IL DANNO AL PARAURTI? ATTRAVERSANO SENZA GUARDARE…

  • SINERGIE

    nel giardino mi trovo una nutria e gli dico: per favore tu qui non puoi stare e lei con umiltà se ne và……. oppure me la tengo e basta?
    un topo in giardino….. bustine di veleno e così risolvo il PROBLEMA, non importa se cani o gatti possono mangiarle pure loro……..
    una biscia in giardino, aiuto e prendi il badile per ucciderla….perchè questi sono molto pericolosi.
    Quanti controsensi ci sono in voi animalisti, una polemica mondiale per una cosa del genere, e le nutrie morte sui cigli della strada con danni alle auto che le hanno investite, e non dite che non è vero, di questo non se ne parla…dobbiamo mettere i cartelli attenzione attraversamento nutrie visto che sono protette e quindi moderare la velocità e stare attenti….
    Oggi si vive solo per fare polemica su cose banali tralasciando problemi molto più grandi…un uomo uccide una nutria a badilate dito giù, migliaia di cacciatori uccidono per sport e niente di fatto!!!!
    siate coerenti, o tutto o non continuate a fare i moralisti solo quando ne avete voglia.
    saluti
    Si stava meglio quando si stava peggio

    • Astolfo

      … poco ti importerebbe pure se tuo figlio toccando quei veleni e mettendosi le mani in bocca rischierebbe quanto meno il cagotto. Anche il rispetto per l’ambiente è un problema e non da poco. E poi chi ti dice che molti degli ambientalisti qui non siano pure contro la caccia? Io sono contro la caccia. Già il fatto che non ti importa chi poi possa mangiare quel veleno (ho un cane e il precedente mi è morto mangiando un boccone avvelenato) ti qualifica da solo. Sulla pericolosità delle nutrie poi si è già detto. Tra la nutria e chi pensa di spargere veleno tanto non importa chi lo mangia credo sia più pericoloso il bipede. Potenzialmente molto più pericoloso…

      • SINERGIE

        purtroppo non parlavo di me, visto che ho animali, ma della maggior parte della gente che parla , parla, parla, e poi fà esattamente quello che ho scritto sopra.
        buona giornata senza polemica.
        ciao

        • SINERGIE

          togli il purtroppo, non lo vorrei mai una cosa del genere……..

    • marco

      concordo, bellissima lettura.

      commento a SINERGIE

  • ernesto

    Caro Elia Sciacca, arrivare a dire che il volontario deve essere cacciato
    ci vuole un bel coraggio.Forse perchè essendo Lei in pensione con correlata liquidazione certi problemi (come arrivare a fine mese)non la riguardano….
    Rommel

    • SINERGIE

      non esageriamo con i paragoni perchè altrimenti prendiamo una brutta strada….. tipo tutti in galera perchè tutti e ribadisco tutti abbiamo fatto qualcosa di non giusto per altri..
      paragonare un pedofilo a questo volontario mi sembra esagerato

    • Er nutria

      Ma non riguardano neanche il volontario, che, in quanto tale, non è pagato per il servizio che svolge e sicuramente avrà una sua fonte di reddito che gli consente di dedicare il suo tempo libero a questa attività; che c’entra questo intervento che tira in ballo la pensione e la liquidazione di Elia?

      • elia sciacca

        al tempo del nazismo si odiavano gli ebrei e si tentava di sterminarli poichè razza inferiore, adesso nella civile Cremona si odiano le nutrie vedi lettera di oggi sulla provincia dove un agricoltore ha ringraziato tre volte il badilatore, povera cremona sempre più isolata, snobbata ,e impoverita culturalmente.

        • Astolfo

          … Ha ragione Elia. E’ normale che in un rapporto di lavoro chi non sa fare il suo venga allontanato. E’ palese che quel volontario non abbia saputo fare il suo come è palese che quella nutria non stesse attaccando nessuno e non ci si trovasse di fronte ad un ‘castorino assassino ed assetato di sangue’. Era solo un animale spaventato dall’unica bestia veramente tale che popola questo pianeta, l’uomo. Se fosse stato veramente un animale aggressivo gli si sarebbe scagliato contro. Quel volontario – inetto oltre misura, al limite delle comiche – deve essere al limite impiegato per altro. Ci sono tanti fossi da pulire da rifiuti e cartacce, tanti km di golena da liberare da spazzatura. Lo si destini a quello poiché per il compito a cui era stato chiamato a lavorare è palesemente non idoneo…

  • simona

    nutrie animali inutili

    • elia sciacca

      l’unico animale inutile è l’uomo con la sua pseudo superiorità e la sua immensa ignooranza-

      • simona

        ha fatto bene ad ammazzarla, e spero sia stata mamma di alcuni cuccioli di nutria che piangeranno disperati la loro mamma che non tornerà più da loro

      • ernesto

        Se si sente inutile si metta il cuore in pace e non continui a…

    • politici in galera

      Simona mi auguro che tu voglia solo provocare ma se parli sul serio sei sulla strada del ricovero coatto per schizofrenia ,curati sin che sei in tempo

  • Sx

    Quanta poca coerenza: gente che preferisce demolire un intero ecosistema per un animale [incluso nelle 100 specie invasive più dannose al mondo].

    • giorgio

      A me sembra che qui si stia parlando di un’altra cosa, il fatto è che il contenimento delle nutrie è regolamentato dalla normativa, invece in questo caso si è visto che c’è chi agisce come gli pare e non rispetta le regole.
      Comunque devi tenere ben presente che le nutrie non ci hanno invaso paracadutandosi o sbarcando sulle nostre coste, chi ha causato il disastro sono persone irresponsabili che godono della più totale impunità mentre le conseguenze delle loro azioni sconsiderate le pagano il nostro ambiente e le incolpevoli nutrie, che vengono sistematicamente perseguitate e sterminate con ogni mezzo (nel 2011 i dati ufficiali parlano di 77.000 abbattimenti solo in provincia di Cremona).