4 Commenti

Sparatoria a Cicognolo e ladri in fuga, sull'auto arnesi e tracce di sangue

postoblocco

AGGIORNAMENTO – Inseguimento e spari sabato sera a Cicognolo tra i carabinieri e una banda di ladri che aveva appena messo a segno un colpo in una villetta di via Mazzini, portandosi via monili in oro. La presenza dei malviventi, però, non è passata inosservata, e qualcuno dei residenti ha dato l’allarme. L’auto con a bordo i tre ladri è stata intercettata ancora in paese in via Giovanni XXIII nei pressi di un’altra abitazione dove presumibilmente la banda avrebbe nuovamente colpito. Alla vista dei militari, uno degli uomini è fuggito a piedi, mentre gli altri due complici sono partiti a folle velocità, tallonati dai carabinieri. Durante l’inseguimento c’è stato anche un conflitto a fuoco nel quale nessuno è rimasto ferito. I ladri hanno anche urtato la macchina dei militari, ma durante la fuga la vettura dei malviventi è finita fuori strada terminando la corsa in un fosso. I due sono stati costretti ad allontanarsi a piedi attraverso i campi. Fino ad ora sono riusciti a far perdere le tracce. Le ricerche sono in corso. L’auto, un’Audi A6, è risultata rubata ad Offanengo lo scorso settembre. Sulla vettura sono stati rinvenuti numerosi elementi utili per le indagini: una mazza da muratore, un piede di porco e altri arnesi da scasso. Trovate anche tracce di sangue di uno degli occupanti sul volante, probabilmente lasciate a seguito dello schianto nel fosso prima della fuga. Ora, l’attesa dei risultati della analisi sulle tracce ematiche e sugli oggetti rinvenuti, effettuate da parte del Ris. “Poi valuteremo gli elementi utili alle indagini”, ha detto il capitano dei carabinieri Livio Propato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Il Giò

    Ora sparano pure…

  • MARIO

    La Benemerita sempre in prima fila……sono orgoglioso di avere avuto parenti che hanno militato nell’arma…….!

  • Sentinella

    Forti sospetti su una banda di malviventi provenieniti….dal Principato di Monaco.

  • Lavoratore cremonese

    Complimenti all Arma , spero che si insista sempre di più sul coinvolgimento della popolazione locale. Sappiamo benissimo che ladri furfanti delinquenti sono oggi più tutelati dal sistema italico quindi in attesa che un nuovo corso politico risistemi questo paese ( spero vivamente ) partendo dalla certezza della pena dall etica e dalla equa punizione , non resta che agire con sincronia con le forze dell ordine. Vedere la pattuglia dei carabinieri che opera deve essere sempre più stimolo alla tranquillità e alla sicurezza. In una piccola realtà come Cremona c e’ bisogno di voi . Chi lavora duramente e paga fior di tasse ha bisogno di sicurezza pulizia e decoro. Forza Ragazzi.